Come esfoliare la pelle secca del viso

(Last Updated On: Gennaio 2, 2023)

Se avete la pelle secca sul viso, dovreste prendere in considerazione l’utilizzo di una maschera esfoliante AHA, o alfa-idrossiacidi. Questi acidi sono delicati e meno irritanti per la pelle. Si può anche utilizzare un siero all’acido ialuronico per idratare la pelle.

Farina d’avena

La farina d’avena è un ingrediente naturale con potenti proprietà nutritive per la pelle. Se combinata con il miele, aiuta a lenire la pelle e ha proprietà curative e antibatteriche. È sufficiente macinare un po’ di farina d’avena e mescolarla con una piccola quantità di acqua calda per ottenere una pasta. Applicare questa miscela sul viso e sul collo con la punta delle dita e massaggiare delicatamente. Lasciare agire sul viso per circa quattro minuti. Quindi, risciacquare con acqua tiepida.

La farina d’avena esfolia la pelle secca assorbendo il sebo e rimuovendo le cellule morte. Ha anche proprietà antiossidanti e antinfiammatorie. Questo ingrediente è stato a lungo utilizzato per trattare diverse condizioni della pelle, dall’acne alla pelle secca. È anche ricco di vitamine e minerali, il che lo rende una scelta eccellente per le pelli sensibili.

La farina d’avena è l’esfoliante naturale perfetto per il viso. La sua consistenza delicata la rende un’alternativa sicura e delicata agli scrub tradizionali che possono essere duri per la pelle. In effetti, la farina d’avena è così delicata che può essere utilizzata come ingrediente principale di uno scrub casalingo.

Il suo contenuto di saponine la rende un detergente molto efficace. È abbastanza delicata da poter essere usata su tutti i tipi di pelle e non secca il viso come possono fare altri saponi. Inoltre, aiuta a mantenere la barriera cutanea, prevenendo la secchezza e altri problemi della pelle come l’eczema. I suoi polisaccaridi aiutano inoltre la pelle a trattenere l’umidità.

Oltre a essere abbastanza delicata da usare sul viso, la farina d’avena ha proprietà antinfiammatorie e antibatteriche. È un detergente naturale per la pelle e può ridurre la comparsa di linee sottili e rughe. Inoltre, la farina d’avena contiene saponine che decompongono gli oli. Ciò significa che è ideale per tutti i tipi di pelle, anche per quelle sensibili o grasse.

Polvere di bambù

La polvere di bambù può essere utilizzata come esfoliante delicato per il viso. Contiene acido lattico, tè verde e vitamina B5. Questo esfoliante si usa preferibilmente sotto la doccia e dovrebbe essere usato due o tre volte alla settimana per rimuovere le cellule morte. Si può usare per rimuovere le scaglie e le cellule morte sul viso e sull’attaccatura dei capelli.

La polvere di bambù è una polvere fine ricavata dalle foglie e dai gambi della pianta di bambù Tabasheer. Il bambù è ricco di silice naturale, un ingrediente chiave dei prodotti antirughe e anticellulite. Fornisce un’esfoliazione delicata e apre i pori.

Il bambù contiene antiossidanti, come le vitamine C ed E, che proteggono il corpo dai radicali liberi e riducono i danni alla pelle causati dal sole. Questi antiossidanti sono ottimi per la pelle perché riducono l’aspetto dell’invecchiamento. La polvere di bambù ha anche proprietà idratanti, che la rendono ideale per le pelli sensibili.

La polvere di bambù è un esfoliante naturale, ma contiene anche enzimi che eliminano la pelle morta e gli accumuli. Gli enzimi esfoliano delicatamente la pelle senza privarla degli oli naturali. Potete applicare questa polvere sul viso con movimenti circolari e lavarla via con acqua. Questo esfoliante aiuta anche a eliminare le cicatrici da acne.

Retinoidi

I retinoidi possono essere irritanti per la pelle e possono causare desquamazione e arrossamento. Bisogna evitare di usare l’acqua calda e di sfregare la pelle desquamata. Potrebbero addirittura peggiorare la condizione. Se dovete usare i retinoidi, assicuratevi di usare prodotti delicati per la vostra pelle.

Iniziate applicando i retinoidi con parsimonia, ad esempio con una quantità pari a un pisello sul viso due volte alla settimana. Man mano che la pelle si adatta al retinolo, è possibile aumentarne gradualmente l’uso. Tuttavia, non bisogna esagerare, perché gli effetti collaterali di un uso troppo frequente saranno peggiori.

I retinoidi agiscono favorendo il ricambio cellulare e impedendo alla pelle di ostruirsi. La nuova pelle che ne risulta è più liscia e uniforme, con meno linee sottili e imperfezioni. È possibile acquistare il retinolo al banco o rivolgersi al proprio medico curante per ottenere la prescrizione medica. Il retinolo aiuta anche ad aumentare la produzione di collagene ed elastina.

Se siete nuovi al retinolo o a qualsiasi altro trattamento di skin-resurfacing, potreste avere una certa sensibilità al retinolo. È normale avvertire a volte un po’ di bruciore o formicolio. Ma il peeling aiuterà a rivelare una pelle più nuova, liscia e luminosa.

I retinoidi prescritti possono essere difficili da usare sulla pelle secca, quindi assicuratevi di iniziare con un dosaggio basso e di aumentarlo se necessario. Inoltre, bisogna fare attenzione a non esagerare con l’uso del retinolo, perché una quantità eccessiva può causare irritazione e secchezza. È inoltre importante lasciare che il siero di retinolo venga assorbito dalla pelle prima di applicare la crema idratante.

I peeling chimici dovrebbero essere eseguiti da sei a otto volte all’anno. È necessario attendere almeno 20 minuti tra un peeling e l’altro. Se il peeling dura più a lungo, consultate il vostro medico per assicurarvi che la vostra pelle non reagisca al trattamento.

Esfolianti chimici

È possibile acquistare una serie di esfolianti chimici progettati per rimuovere le cellule morte della pelle. In genere sono venduti da banco, ma possono essere acquistati anche presso i dermatologi. Questi prodotti agiscono rompendo i legami che tengono unite le cellule della pelle. Di conseguenza, gli strati superiori di pelle morta si staccano, rivelando una pelle fresca e rigenerata. Tuttavia, è importante scegliere l’esfoliante chimico giusto per il proprio tipo di pelle.

Per esfoliare la pelle secca del viso, provate a utilizzare un detergente organico composto da ingredienti biologici e confezionato in una bottiglia riciclabile. Potete anche usare un esfoliante chimico che contenga acido glicolico. Questo tipo di esfoliante è delicato sulla pelle e può prevenire i brufoli. Oltre a essere delicato, questo tipo di esfoliante contiene un probiotico di origine vegetale, che può aiutare la pelle a guarire e a rimanere idratata.

Gli esfolianti chimici sono diversi dagli scrub fisici perché non richiedono il risciacquo delle particelle. Inoltre, sono più efficaci perché provengono da fonti naturali. Per esempio, l’acido glicolico deriva dalla canna da zucchero. L’acido malico proviene dalle mele, l’acido lattico dagli alimenti fermentati e la maggior parte degli altri tipi sono estratti dalla frutta.

Gli esfolianti chimici sono efficaci nel rimuovere le cellule morte della pelle, mentre gli esfolianti fisici si limitano a rimuovere gli strati esterni della pelle. Gli esfolianti chimici di alta qualità rimuovono anche gli oli in eccesso, riducendo l’aspetto delle imperfezioni e minimizzando l’irritazione della pelle. Un esfoliante chimico di alta qualità dovrebbe contenere ingredienti idratanti.

Come per ogni altro prodotto per la cura della pelle, non tutti gli esfolianti sono adatti a chi ha la pelle secca. Scegliere l’esfoliante giusto per il proprio tipo di pelle è importante per rimuovere la pelle morta e rivelare una pelle fresca e nuova. Gli esfolianti AHA sono particolarmente indicati per la pelle secca.