Come trattare la pelle secca del viso

(Last Updated On: Gennaio 2, 2023)

Il primo passo per trattare la pelle secca del viso è iniziare a usare una crema idratante. Scegliete una formula idratante con ingredienti come l’acido ialuronico e le ceramidi. Questi ingredienti possono aiutare a prevenire la rottura della barriera cutanea. Applicare una quantità generosa sulle aree del viso interessate. Inoltre, cercate di evitare i lavaggi per il viso con agenti essiccanti. Se necessario, utilizzare un detergente delicato.

Rimedi naturali per la pelle secca del viso

Esistono diversi rimedi naturali per la pelle secca del viso. Uno di questi è una maschera a base di farina d’avena. Essa contiene antiossidanti e proprietà antinfiammatorie che possono aiutare a contrastare i sintomi della pelle secca. È ottima anche per curare le screpolature visibili e le macchie secche sul viso. Applicare uno strato spesso di farina d’avena sul viso e lasciarlo agire per circa dieci minuti. Dopodiché, lavate via il tutto con un detergente delicato. Potete ripetere questo trattamento un paio di volte alla settimana.

Uno dei trattamenti più semplici ed efficaci per la pelle secca consiste nel modificare la propria routine quotidiana di cura della pelle. Cercate di utilizzare prodotti privi di profumo e ipoallergenici quando possibile. Inoltre, evitate di usare prodotti che contengono alcol o retinoidi, perché possono seccare la pelle. Un altro modo per ridurre la probabilità di avere la pelle secca è quello di utilizzare umidificatori per aggiungere umidità alla casa.

Anche gli enzimi della frutta possono essere utili per la pelle secca. Gli enzimi della frutta contengono alfa-idrossiacidi, che esfoliano delicatamente le cellule morte della pelle. Si possono usare le banane schiacciate come maschere per il viso o come lavaggi da applicare sul viso. Una volta che gli enzimi della frutta sono stati assorbiti dalla pelle, si può risciacquare con acqua a temperatura ambiente.

Pulizia eccessiva

L’eccesso di pulizia del viso è comune, ma può essere dannoso per la pelle. Può causare arrossamenti, irritazioni e tensione. In alcuni casi, l’eccesso di pulizia può persino portare allo sviluppo di allergie. Per evitare questi problemi, è bene conoscere i segnali di una pulizia eccessiva e assicurarsi di non esagerare.

La pulizia eccessiva del viso sembra una soluzione temporanea all’eccesso di olio, ma in realtà incoraggia la pelle a produrne di più. Il problema è che una pulizia eccessiva può causare irritazioni alla pelle e indurla a produrre più sebo. Di conseguenza, è possibile che non si ottengano i risultati desiderati.

Una pulizia eccessiva priva la pelle di oli e lipidi importanti. Questi oli proteggono la pelle dagli agenti irritanti dell’ambiente e la mantengono umida. La pulizia eccessiva può anche rendere la pelle più incline all’acne. Quando si pulisce eccessivamente il viso, è probabile che si perdano tutti gli oli naturali che proteggono la pelle dalle irritazioni e che l’eccessiva pulizia provochi una pelle tesa, irritata e secca.

Per evitare di pulire eccessivamente la pelle secca del viso, bisogna sempre assicurarsi di utilizzare un buon detergente idratante. È inoltre importante evitare l’uso di acqua fredda, che ostruisce i pori. La frequenza consigliata per la pulizia del viso è di due volte al giorno, al mattino e alla sera. Inoltre, è importante lavare accuratamente il viso prima di applicare il trucco.

Esfoliazione eccessiva

L’esfoliazione è un buon modo per creare un colorito sano e luminoso, ma è essenziale farlo con cautela. Un’esfoliazione troppo frequente può provocare pelle secca e pruriginosa, oltre a lasciare un aspetto lucido. Inoltre, un’eccessiva esfoliazione può danneggiare lo strato lipidico naturale della pelle, responsabile dell’idratazione e della lubrificazione.

I sintomi più comuni di un’eccessiva esfoliazione sono arrossamento, bruciore e irritazione. I pazienti di solito descrivono la loro pelle come “cruda”, segno che il processo sta causando micro-strappi nella pelle. Fortunatamente, l’eccessiva esfoliazione è curabile.

L’eccessiva esfoliazione fa perdere alla pelle la sua naturale lubrificazione, che la fa sentire tesa dopo la detersione. Questo può portare allo sviluppo di linee sottili e rughe. Per evitare che ciò accada, utilizzate una crema idratante dopo l’esfoliazione. Un’esfoliazione eccessiva provoca inoltre una sovrapproduzione di olio, che non fa che aggravare il problema.

L’esfoliazione è una fase importante della cura della pelle, ma molte persone sono tentate di esagerare. Gli esfolianti possono essere troppo duri o troppo acidi e possono danneggiare la barriera naturale della pelle.

Freddo e vento

Il freddo e il vento non sono solo fastidiosi, ma possono anche portare alla secchezza della pelle del viso. La pelle del viso è particolarmente sottile e vulnerabile agli effetti essiccanti del freddo. La sua barriera naturale è già compromessa, quindi il clima rigido può aggravarla ulteriormente. Tuttavia, ci sono modi per prevenire questo problema.

Il primo passo è proteggere la pelle dalle intemperie. Durante l’inverno, il clima rigido può causare scottature da vento, che provocano pelle secca, arrossata e bruciante. È possibile proteggere la pelle indossando un abbigliamento adeguato che protegga il viso. Inoltre, si possono indossare guanti per proteggere le mani da detergenti aggressivi o da altre attività che possono seccare le mani. Inoltre, assicuratevi di idratare il viso dopo il nuoto. Anche bere bevande non contenenti caffeina aiuta a idratare i tessuti della pelle.

L’uso di prodotti idratanti per la cura della pelle che aiutano a ridurre l’aspetto della pelle secca aiuta a prevenirne la formazione. È inoltre possibile ridurre il rischio di irritazioni fisiche indossando abiti larghi. Oltre a idratare la pelle, si possono utilizzare umidificatori e altri prodotti che aumentano il livello di umidità della pelle.

Prodotti chimici aggressivi

Nonostante la promessa di lenire la pelle secca, molti detergenti e lozioni per il viso contengono sostanze chimiche aggressive che fanno più male che bene. Per evitare questo problema, cercate prodotti naturali per la cura della pelle che utilizzino ingredienti più delicati. Evitate i detergenti a base di sapone, che possono impoverire gli oli naturali della pelle. Evitate i prodotti contenenti acido glicolico, formaldeide, ftalati e parabeni, poiché questi ingredienti sono dannosi per la pelle sensibile.

Un altro problema comune dei prodotti per la cura della pelle aggressivi è la pelle secca e desquamata. Questi prodotti contengono sostanze chimiche aggressive, tra cui l’alcol, che possono privare la pelle dei suoi oli naturali. Ciò può causare irritazione e maggiore disidratazione. Inoltre, questi prodotti possono contenere fragranze nocive, che possono peggiorare il problema.

La pelle secca del viso è fastidiosa e antiestetica, ma non deve necessariamente rovinare la vita. Rivolgetevi al vostro medico per ottenere una diagnosi e un trattamento adeguati al problema. Il Dipartimento di Dermatologia di UPMC può offrire opzioni di trattamento per la pelle secca. È importante capire che questa condizione può essere causata dalla genetica, da fattori ambientali e dai tipi di prodotti per la cura della pelle utilizzati. Tuttavia, esistono alcuni semplici accorgimenti che si possono adottare a casa per ridurre il rischio di sviluppare la pelle secca sul viso.

Il miele
Il miele ha numerosi benefici per la pelle e può essere utilizzato per lenire e trattare la pelle secca del viso. È sicuro e benefico per tutti i tipi di pelle, ma è particolarmente indicato per la pelle secca e sensibile. Quando si usa il miele per il viso, è importante usare miele naturale e non pastorizzato. È anche importante evitare di mescolare il miele con altri ingredienti della dispensa, come il limone o il bicarbonato di sodio.

Il miele ha proprietà emollienti e aiuta a trattenere l’umidità della pelle. Contiene anche proprietà antibatteriche e antinfiammatorie. Può essere usato anche come detergente ed esfoliante. Ha anche proprietà antiossidanti, che combattono i radicali liberi e riparano la pelle danneggiata. Oltre ai suoi benefici idratanti, il miele contiene diverse vitamine e minerali.

Il miele ha una lunga storia di utilizzo e credibilità. Si ritiene che abbia proprietà antimicrobiche e antinfiammatorie e che uccida i batteri che causano i brufoli. In molte culture è stato persino utilizzato come agente di guarigione delle ferite. Viene prodotto dalle api a partire da sostanze vegetali, attività enzimatica e batteri vivi. Si può usare il miele come lavaggio del viso per lenire la pelle secca e pruriginosa.

Olio di cocco
Se avete la pelle secca sul viso, l’olio di cocco può essere utile. È un ottimo idratante per la pelle secca e favorisce il rinnovamento cellulare. Può anche purificare la pelle. Applicatelo sulla pelle pulita e asciutta dopo esservi struccati. Massaggiatelo delicatamente sulla pelle per aumentare la circolazione sanguigna e penetrare in profondità nell’epidermide. Si può usare sia di giorno che di notte per mantenere la pelle idratata. È anche antibatterico e nutriente.

Il principale inconveniente dell’uso dell’olio di cocco puro sul viso è che può ostruire i pori e intrappolare batteri e sporcizia. L’uso eccessivo può portare alla comparsa di brufoli. Inoltre, può interagire con alcuni farmaci. Consultate il vostro medico prima di usarlo. Se siete allergici alle noci di cocco, non usatelo sul viso.

Sebbene l’olio di cocco sia un popolare idratante, alcuni studi hanno dimostrato che può anche causare secchezza. Ciò può essere causato dall’acido laurico contenuto nel prodotto. Tuttavia, l’olio di cocco è generalmente innocuo e non provoca danni permanenti alla pelle. Tuttavia, è bene ricordare che gli oli di cocco non sono tutti uguali. Per ottenere i migliori risultati, cercate l’olio di cocco extravergine.