Integratore osteoporosi dove si compra | Guida Completa all’Acquisto 2020

L’osteoporosi fa sì che le ossa diventino deboli e fragili – così fragili che una caduta o anche lievi sollecitazioni come il piegarsi o la tosse possono causare una frattura. Le fratture legate all’osteoporosi si verificano più comunemente nell’anca, nel polso o nella colonna vertebrale.

Integratore osteoporosi dove si compra

Osteosil – Integratore Alimentare– 60 compresse
  • Osteosil è un integratore, che aiuta a mantenere l'integrità delle ossa, dei capelli, delle unghie e della pelle.
  • Consigli d'uso: due compresse al giorno dopo i pasti per sei mesi.
  • Ghimas da 70 anni garanzia di qualità.
Better Foods Capsule di Calcio Marino | Integratori Alimentari Vegani a Base Vegetale | Migliora Densità Ossea, Rafforza Unghie e Denti | Multiminerali Senza OGM | Alga Rossa Islandese | 50 Compresse
  • CALCIO VEGETALE – Il calcio contenuto in questo supplemento deriva esclusivamente da alghe rosse che crescono sulla costa...
  • PER OSSA FORTI E SANE –Vuoi proteggerti da fratture e lesioni ossee? Il calcio è la soluzione: è infatti necessario al corpo per...
  • ADATTO AI VEGANI – Il calcio può essere assunto consumando latte e latticini, ma questo non è possibile per i vegani. Questo...
  • INGREDIENTI NATURALI – Questi integratori di calcio sono privi di additivi, conservanti, glutine, lattosio, istamina e fruttosio....
  • CONTENGONO BEN 72 OLIGOELEMENTI – Oltre al calcio naturale, queste pastiglie contengono micro minerali in grado di amplificare gli...
Rite-Flex Vitamin D3 2000IU (50μg) per supporto osseo - sistema congiunto e immunitario | Non-GMO e gluten-free da 2X a 2.000 UI - 365 softgel facili da inghiottire
  • CONVENIENTE INTEGRAZIONE SOFTGEL GIORNALIERO- solo una softgel facile da ingerire al giorno ti dà un sano equilibrio di vitamina D3
  • OTTIMA FORZA - Il Dipartimento della Salute del Regno Unito consiglia di assumere regolarmente la vitamina D3 per una normale...
  • QUALITÀ ASSICURATA - Le capsule Flex-D3 365 sono prodotte proprio qui nel Regno Unito utilizzando gli ingredienti di massima purezza e...
  • SUPPORTA UN SISTEMA IMMUNITARIO SANO, I MUSCOLI E LE OSSA- La vitamina D è importante per il sistema immunitario, aiuta a costruire e...
  • 12 MESI DI FORNITURA COMPLETA - Il nostro incredibile pacchetto di 365 capsule offre un incredibile VALORE che ti mantiene fornito di...

Chi è a rischio di osteoporosi?

Le ossa sono in un costante stato di rinnovamento – si produce nuovo osso e si rompe l’osso vecchio. Quando sei giovane, il tuo corpo produce nuovo osso più velocemente di quanto si rompa l’osso vecchio e la tua massa ossea aumenta. La maggior parte delle persone raggiungono il loro picco di massa ossea entro i 20 anni. Con l’età, la massa ossea si perde più velocemente di quanto non si crei. La probabilità di sviluppare l’osteoporosi dipende in parte da quanta massa ossea si è raggiunta in gioventù. Più alta è la massa ossea massima, più ossa hai “in banca” e meno probabilità hai di sviluppare l’osteoporosi con l’età.
L’osteoporosi colpisce uomini e donne di tutte le razze. Ma le donne bianche e asiatiche – soprattutto le donne più anziane che hanno superato la menopausa – sono le più a rischio.

Cosa causa l’osteoporosi?

La causa esatta dell’osteoporosi è sconosciuta. Ma una serie di fattori contribuiscono alla malattia, tra cui:

L’invecchiamento. Le ossa diventano meno dense e più deboli con l’età.
La razza. Le donne bianche e asiatiche sono le più a rischio. Ma, tutte le razze possono contrarre la malattia.
Peso corporeo. Le persone che pesano meno e hanno meno muscoli sono più a rischio per questa condizione.
Fattori dello stile di vita. La mancanza di attività fisica, l’uso di caffeina, l’uso eccessivo di alcol, il fumo, la carenza di calcio nella dieta e di vitamina D possono aumentare il rischio.
Alcuni farmaci. Alcuni farmaci possono aumentare il rischio.
Anamnesi familiare. Avere una storia familiare di malattie ossee può aumentare il rischio.

L’osteoporosi ha dei sintomi?

In genere non ci sono sintomi nelle prime fasi della perdita ossea. Ma una volta che le ossa sono state indebolite dall’osteoporosi, si possono avere segni e sintomi che includono:

Mal di schiena, causato da una vertebra fratturata o collassata
Perdita di altezza nel tempo
Una postura china
Una frattura ossea che si verifica molto più facilmente del previsto

Si può prevenire l’osteoporosi?

I farmaci, la dieta sana e l’esercizio fisico possono aiutare a prevenire la perdita ossea o a rafforzare le ossa già deboli. Uomini e donne di età compresa tra i 18 e i 50 anni hanno bisogno di 1.000 milligrammi di calcio al giorno. Questa quantità giornaliera aumenta a 1.200 milligrammi quando le donne compiono 50 anni e gli uomini ne compiono 70. Tra le buone fonti di calcio vi sono:

Prodotti caseari a basso contenuto di grassi
Verdure a foglia verde scuro
Salmone in scatola o sardine con lische
Prodotti a base di soia, come il tofu
Cereali arricchiti con calcio e succo d’arancia

Se avete difficoltà ad ottenere abbastanza calcio dalla vostra dieta, prendete in considerazione l’assunzione di integratori di calcio.

Come viene diagnosticata l’osteoporosi?

Il vostro operatore sanitario esaminerà la vostra storia medica personale e familiare e farà un esame fisico. Altri esami includono:

Test di densità ossea (densitometria ossea). Misurazione della massa ossea in relazione al suo volume per individuare il rischio di osteoporosi. Durante questo test indolore, ci si sdraia su un tavolo imbottito mentre uno scanner passa sul proprio corpo. Nella maggior parte dei casi vengono controllate solo poche ossa – di solito nell’anca, nel polso e nella colonna vertebrale.
Esami del sangue. Questi esami servono a misurare i livelli di calcio e potassio.
Punteggio FRAX. Un punteggio dato per stimare il rischio di una frattura entro 10 anni. Il punteggio utilizza i risultati di un test di densità ossea così come altri fattori.
Raggi X. Questo test utilizza raggi di energia elettromagnetica per fare immagini di tessuti, ossa e organi su pellicola.

 

Perché il corpo ha bisogno di calcio?

Il calcio è il minerale osseo. Circa il 99 per cento del calcio presente nell’organismo è immagazzinato nelle ossa e nei denti. È il minerale che li rende duri e forti. Il restante 1% è necessario per molte attività che aiutano a mantenere il corpo funzionante normalmente. Il calcio aiuta i vasi sanguigni a contrarsi (stretti) e ad espandersi, fa contrarre i muscoli, aiuta a inviare messaggi attraverso il sistema nervoso e aiuta le ghiandole a secernere gli ormoni.

Le ossa vengono costantemente rimodellate ogni giorno e il calcio si muove dentro e fuori di esse. Nei bambini e negli adolescenti, il corpo costruisce nuove ossa più velocemente di quanto non faccia le ossa vecchie, quindi la massa ossea totale aumenta. Ciò continua fino all’età di circa 30 anni, quando la formazione di nuove ossa e la rottura delle vecchie ossa iniziano a verificarsi più o meno alla stessa velocità. Negli adulti più anziani, soprattutto nelle donne in post-menopausa, l’osso si rompe più velocemente di quanto non si costruisca. Se l’apporto di calcio è troppo basso, questo può contribuire all’osteoporosi.

Quanto calcio deve assumere ogni giorno un adulto?

La quantità di calcio necessaria per ossa e denti sani è diversa a seconda dell’età. Gli Istituti Nazionali della Salute suggeriscono questi livelli di assunzione giornaliera per gli adulti:

Assunzione giornaliera di calcio suggerita per gli adulti

Adulti 19-50 anni: 1.000 mg
Uomini adulti 51-70 anni: 1.000 mg
Donne adulte 51-70 anni: 1.200 mg
Adulti dai 71 anni in su: 1.200 mg
Adolescenti in gravidanza e allattamento: 1.300 mg
Adulti in gravidanza e allattamento: 1.000 mg

Il modo migliore per ottenere abbastanza calcio ogni giorno è quello di mangiare una varietà di cibi sani di tutti i diversi gruppi alimentari. Ottenere abbastanza vitamina D ogni giorno da cibi come il latte arricchito o dalla luce naturale del sole è importante per aiutare il corpo ad assorbire e utilizzare il calcio dal cibo.

Ecco alcune semplici linee guida per la selezione di alimenti ad alto contenuto di calcio:

I prodotti lattiero-caseari hanno il più alto contenuto di calcio. I prodotti lattiero-caseari comprendono latte, yogurt e formaggio. Una tazza di latte contiene 300 mg di calcio. Il contenuto di calcio è lo stesso per il latte scremato, a basso contenuto di grassi e per il latte intero.
Le verdure a foglia verde scuro contengono elevate quantità di calcio. Broccoli, cavoli e cavoli ricci sono tutte buone fonti di calcio, soprattutto se mangiati crudi o leggermente cotti al vapore. (Le verdure in ebollizione eliminano la maggior parte del loro contenuto minerale).
Una porzione di salmone in scatola o di sardine ha circa 200 mg di calcio. Si trova nelle lische morbide del pesce.
Cereali, pasta, pane e altri alimenti a base di cereali possono aggiungere calcio alla dieta. Cereali che sono arricchiti con minerali, tra cui il calcio.
Oltre ai cereali, il calcio viene aggiunto ai succhi di frutta, alle bevande a base di soia e riso e al tofu. Leggete le etichette dei prodotti per scoprire se un alimento ha aggiunto calcio.

Alla fine di questo documento, c’è una tabella più dettagliata del contenuto di calcio in vari alimenti. Il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti raccomanda a tutti coloro che hanno almeno 9 anni di età di mangiare tre porzioni di alimenti del gruppo lattiero-caseario al giorno.

1 porzione di latticini è uguale:

1 tazza  di latte
1 tazza di yogurt

Devo prendere un integratore di calcio?

Il calcio viene assorbito meglio attraverso i cibi che mangiamo e le bevande che beviamo. Per la maggior parte dei pazienti sani, è importante seguire una dieta equilibrata invece di fare affidamento solo sugli integratori.

Per gli individui che non riescono a ottenere abbastanza calcio da cibi e bevande ogni giorno, può essere necessario assumere un integratore di calcio. Le persone che soffrono di intolleranza al lattosio potrebbero avere difficoltà ad ottenere abbastanza calcio attraverso la loro dieta da soli. Inoltre, le persone con problemi di assorbimento dovuti a malattie gastrointestinali potrebbero non assorbire abbastanza calcio. Coloro che seguono una dieta vegana, o consumano grandi quantità di proteine e sodio potrebbero anche non ottenere abbastanza calcio.

Che tipo di integratore di calcio devo assumere?

La quantità di calcio che il corpo assorbirà dagli integratori dipende dalla forma del calcio contenuto nell’integratore, da quanto bene il calcio si scioglie nell’intestino e dalla quantità di calcio presente nell’organismo. I due prodotti di calcio più comunemente usati sono il carbonato di calcio e il citrato di calcio.

Gli integratori di carbonato di calcio si dissolvono meglio in un ambiente acido, quindi dovrebbero essere presi con un pasto. I supplementi del citrato di calcio possono essere presi in qualsiasi momento perché non hanno bisogno dell’acido per dissolversi. Per questo motivo, gli individui che potrebbero avere problemi ad assorbire i farmaci potrebbero prendere in considerazione l’uso di citrato di calcio al posto del carbonato di calcio. Questo includerebbe coloro che assumono farmaci per diminuire gli acidi dello stomaco (come i farmaci da banco e i farmaci per il bruciore di stomaco da prescrizione). Inoltre, coloro che hanno avuto un intervento di bypass intestinale, o forse anche quelli di 65 anni e più anziani, possono beneficiare di citrato di calcio invece di carbonato di calcio.

Sono disponibili anche integratori di calcio sotto forma di gluconato, lattato o fosfato, ma generalmente contengono meno calcio assorbibile.

Maggiore è la dose di calcio, minore è il suo assorbimento. Per il massimo assorbimento, non più di 500 mg di calcio devono essere assunti in una singola dose. Se sono necessari più di 500 mg come integratore, assumere le dosi a distanza di almeno 4 ore l’una dall’altra. Se pensate di aver bisogno di un integratore di calcio, chiedete al vostro medico o a un dietologo di raccomandarne uno.

Cosa succede se prendo troppo calcio?

Gli adulti dai 19 ai 50 anni non dovrebbero assumere più di 2.500 mg di calcio al giorno (inclusi cibo e integratori). Gli adulti oltre i 50 anni non dovrebbero assumere più di 2.000 mg totali al giorno. Il calcio dietetico è considerato sicuro, ma una quantità eccessiva di calcio sotto forma di integratori potrebbe comportare dei rischi per la salute. Questi rischi per la salute includono calcoli renali, aumento del rischio di cancro alla prostata, costipazione, accumulo di calcio nei vasi sanguigni e difficoltà di assorbimento di ferro e zinco.

Ci sono farmaci che interagiscono con il calcio?

Il calcio può ridurre l’assorbimento di questi farmaci se assunto contemporaneamente:

Bifosfonati (trattamento dell’osteoporosi)
Farmaci per la tiroide
Alcuni farmaci per le crisi epilettiche (fenitoina)
Alcuni antibiotici
Integratori di ferro

Cosa succede quando il corpo non riceve abbastanza calcio?

I bambini hanno bisogno di calcio per costruire ossa forti. Gli adulti hanno bisogno di calcio per mantenere le ossa forti. Con il tempo, un apporto inadeguato di calcio può causare l’osteoporosi, la malattia delle ossa fragili. Le persone affette da osteoporosi sono ad alto rischio di fratture ossee, soprattutto al polso, all’anca e alla colonna vertebrale. Queste fratture causano dolore cronico (di lunga durata) e disabilità, perdita di indipendenza, diminuzione della qualità della vita e un maggiore rischio di morte.

L’osteoporosi può causare la rottura delle ossa che compongono la colonna vertebrale (le vertebre). Ciò provoca il collasso della colonna vertebrale in queste aree, che porta a dolore, difficoltà di movimento e deformità graduale. Se il problema è abbastanza grave, provoca la formazione di una “gobba del deportatore”, una curvatura della parte superiore della schiena.

Chi sviluppa l’osteoporosi?

Secondo gli Istituti Nazionali di Sanità, la metà di tutte le donne sopra i 50 anni e un quarto degli uomini di età superiore ai 50 anni si romperà un osso a causa dell’osteoporosi. Circa il 25% delle donne con osteoporosi svilupperà una deformità vertebrale, e il 15% si romperà un’anca. L’osteoporosi causa anche la rottura dell’anca negli uomini, anche se non così spesso come nelle donne. Più del 30% delle persone che si rompono un’anca muore entro un anno.

I fattori di rischio per l’osteoporosi includono:

Non c’è abbastanza calcio nella dieta
Età superiore ai 50 anni
Corporatura piccola e sottile
Storia familiare dell’osteoporosi
Essere una donna bianca o asiatica
Fumo
L’uso di alcuni farmaci come i trattamenti per il cancro al seno, i farmaci per le crisi epilettiche, gli steroidi

Quali sono i sintomi dell’osteoporosi?

I sintomi della perdita ossea non si manifestano fino a quando non si sviluppa l’osteoporosi. Anche allora, nelle sue fasi iniziali, l’osteoporosi non può causare alcun sintomo. I sintomi che si sviluppano con il peggioramento dell’osteoporosi possono includere:

Rottura delle ossa facilmente
Mal di schiena
Postura china
Perdita graduale di altezza

Come viene diagnosticata l’osteoporosi?

I segni esteriori dell’osteoporosi (perdita di altezza, ossa facilmente fratturate, gobba della deportatrice) combinati con il sesso e l’età del paziente sono forti segni che il paziente ha l’osteoporosi. Una tecnologia chiamata DXA (Dual X-ray absorptiometry) è la tecnica all’avanguardia per misurare la densità minerale ossea (quanto calcio c’è nelle ossa) e per diagnosticare l’osteoporosi.

Come si può prevenire l’osteoporosi?

Per promuovere la salute delle ossa per tutta la vita e ridurre la perdita di calcio:

Mangiare una dieta ricca di calcio e vitamina D per tutta la vita
Godetevi l’esercizio fisico regolare, in particolare l’attività che porta il peso, come camminare o fare jogging
Non fumare
Vacci piano con la caffeina e l’alcol.

 

Ultimo aggiornamento 2020-07-15 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Forse ti interessa anche: