Integratore potassio dove si compra

Il potassio è sicuro per tutti e può essere utilizzato per aiutare a promuovere il corretto equilibrio elettrolitico, ridurre la pressione sanguigna ed eliminare i crampi muscolari. È particolarmente utile per gli atleti e le persone che fanno esercizio fisico regolarmente, poiché possono perdere molto potassio se sudano molto.

Le donne incinte e i bambini dovrebbero essere in grado di consumare integratori di potassio, ma è necessario parlare con un medico prima.

Che cos’è il potassio?

Il potassio è un minerale ed elettrolita che si trova naturalmente in una varietà di alimenti. In media, il vostro corpo richiede almeno 3.500 milligrammi di potassio al giorno per funzionare correttamente. Il potassio svolge un ruolo vitale nel controllare il funzionamento del cuore, dei nervi e dei muscoli all’interno del corpo.

Il potassio funziona anche per aiutare a mantenere i liquidi all’interno del corpo. Funziona direttamente con altri elettroliti come il sodio per mantenere l’equilibrio dei fluidi e mantenere il corpo adeguatamente idratato.

Perché abbiamo bisogno del potassio?

Il potassio è necessario per aiutare a mantenere l’equilibrio dei fluidi e permettere ai muscoli e ai nervi di funzionare e contrarsi come dovrebbero. Avere la quantità necessaria di potassio nel sangue può rivelarsi utile quando si tratta di prevenire lo sviluppo di molte condizioni di salute croniche. Il potassio ha dimostrato di ridurre il rischio di malattie cardiovascolari, di abbassare la pressione sanguigna e persino di prevenire i calcoli renali. Ci sono anche ulteriori prove che il potassio può ridurre il rischio di sviluppare il diabete e l’osteoporosi .

 

Integratore potassio dove si compra

Offerta
Compresse di Citrato di Potassio (260 mg) - Il più Alto Assorbimento nei Integratore di Potassio - Citrato di Potassio Puro 90 Capsule Vegane - Cheers
  • MOLTI INTEGRATORI DI POTASSIO sono difficili da inghiottire, fanno venire mal di stomaco e non sono in grado di fornire sollievo da...
  • CITRATO DI POTASSIO BIOLOGICO ALTAMENTE ASSORBIBILE – Gli Integratori di Potassio sono disponibili in varie forme, come "ossido",...
  • SODDISFA LA TUA NECESSITÀ GIORNALIERA DI POTASSIO – Con 780 mg per porzione giornaliera, questo Integratore di Potassio citrato...
  • PRODOTTI SANI E PULITI PROPRIO COME PIACCIONO A TE – Il nostro obiettivo è creare le migliori vitamine ed integratori del mondo....
Offerta
MAGNESIO e POTASSIO Vegavero® | 180 capsule | Forma CITRATO: la migliore | Vegan
  • 💦 RECUPERO ED ENERGIA: il magnesio e il potassio sono minerali fondamentali per la produzione di energia, per ridurre la stanchezza...
  • ⭐ LA FORMA PIÙ ASSIMILABILE: integratore a base di magnesio e potassio in forma citrato (= Magnesio Supremo) che ha la migliore...
  • 📍 SENZA ADDITIVI: Il dosaggio giornaliero assicura 225 mg di Magnesio e 500 mg di Potassio. Prodotto privo di qualsiasi additivo...
  • 🌿 VEGAVERO CLASSIC: integratori vegani di alta qualità che comprendono nutrienti essenziali, estratti vegetali, funghi medicinali e...
  • 💓 AL VOSTRO FIANCO: La premura nei vostri confronti fa parte della nostra filosofia. Per questo oltre a elaborare integratori...
Offerta
Natural Point Magnesio Supremo Solubile - 300 g, polvere
  • È un integratore alimentare con una speciale miscela d’ingredienti che assicurano la massima biodisponibilità di magnesio
  • Acido citrico da fermentazione naturale
  • Ph e ar (dose giornaliera consigliata) ottimali per una completa assimilazione

 

Il potassio influisce sulla formazione di calcoli renali?

Il potassio può aiutare a prevenire la formazione di calcoli renali impedendo l’accumulo di calcio nei reni. Questo è particolarmente importante per le persone che seguono una dieta chetogenica, in quanto le particolari condizioni metaboliche create dalla dieta inducono un aumento dell’accumulo di calcio nei reni. Alcuni studi dimostrano che gli integratori di potassio possono ridurre la probabilità di formazione di calcoli renali dal 6% all’1% .

Cosa succede se il livello di potassio è basso?

Avere bassi livelli di potassio sembra essere abbastanza comune al giorno d’oggi, soprattutto considerando gli alimenti e gli ingredienti che si trovano nella tipica dieta. Quando il vostro corpo sperimenta bassi livelli di potassio nel sangue, non è in grado di funzionare correttamente, causando eventualmente crampi muscolari, debolezza e persino paralisi.

Può influire direttamente sulla pressione sanguigna, sulla frequenza cardiaca e persino sulla regolarità del battito cardiaco. I bassi livelli di potassio sono più comuni quando si verificano problemi gastrointestinali come diarrea e vomito, poiché la perdita di liquidi causa la perdita di potassio.

Quali alimenti sono ad alto contenuto di potassio?

Ci sono molti alimenti ad alto contenuto di potassio, tra cui verdure, frutta e carne. Le fonti più popolari di potassio sembrano essere le banane. Tuttavia, molti non si rendono conto di quante banane si dovrebbero mangiare in un solo giorno per raggiungere gli oltre 3.500 milligrammi di potassio raccomandati al giorno.

Anche l’uva passa e le pere hanno livelli adeguati di potassio, ma nulla è paragonabile ai livelli di potassio che si trovano in alcune verdure. Patate al forno, patate dolci e pomodori possono aiutarvi a raggiungere l’apporto giornaliero di potassio raccomandato con poche porzioni.

Cosa succede se il potassio è troppo alto?

Quando i livelli di potassio sono troppo alti, si può sviluppare una condizione nota come iperkaliemia. Con l’iperkaliemia, potreste notare che vi sentite deboli e stanchi o che avete la nausea. C’è anche una forte possibilità che il funzionamento del vostro cuore ne sia influenzato, e potreste riconoscere un battito cardiaco irregolare.

Tuttavia, si tratta di una condizione relativamente rara, poiché i reni tendono a mantenere naturalmente i livelli di potassio. Se credete di soffrire di iperkaliemia, dovreste andare immediatamente dal vostro medico. Questa condizione può alla fine rivelarsi fatale o causare effetti a lungo termine che influenzeranno la vostra funzionalità per il resto della vostra vita.

Perché le persone prendono il potassio?

La ragione principale per cui le persone assumono integratori di potassio è che non ne assumono abbastanza naturalmente nella loro dieta. Questo è estremamente comune se non si consuma un gran numero di carne, frutta e verdura. Oltre alla semplice mancanza di livelli adeguati nella vostra dieta, potreste voler prendere il potassio a causa dei benefici per la salute ad esso associati.

Il potassio è legato all’abbassamento della pressione sanguigna e potrebbe addirittura migliorare i vostri livelli di energia e le prestazioni atletiche.

Qual è il problema maggiore con gli integratori di potassio?

Il problema maggiore nell’uso di integratori di potassio è che la maggior parte degli integratori ha meno di 100 milligrammi di potassio per porzione.

Il potassio può ucciderti?

L’unico modo in cui il potassio può portare alla morte è se si sta consumando troppo o troppo poco. Quando i livelli di potassio sono instabili, il cuore ne è direttamente colpito. La vostra pressione sanguigna, la frequenza cardiaca e persino la regolarità del vostro battito cardiaco possono esserne influenzati. Questo può portare all’arresto cardiaco o a gravi lesioni ai muscoli del cuore. È importante ricordare che un giorno di potassio basso o alto non causerà gravi condizioni di salute.

Quanto potassio dovrebbe prendere una persona al giorno?

Per la maggior parte, livelli di potassio di 3.500 milligrammi al giorno o più sono considerati sani. Detto questo, sembra esserci qualche prova che i vostri livelli di potassio dovrebbero essere in qualche modo correlati al numero di calorie che mangiate al giorno. Date le conseguenze per la salute associate a livelli di potassio instabili, dovreste fare ogni sforzo per mantenere i vostri livelli di potassio .

Gli atleti e le persone che si allenano regolarmente possono avere bisogno di più di 3500 mg al giorno.

Quali sono i benefici per la salute che il potassio fornisce al corpo?

Il corpo ha bisogno di potassio per funzionare correttamente e coordinare i nervi e i muscoli all’interno del corpo. Quando si riceve abbastanza potassio, è molto più probabile che si abbiano livelli di pressione sanguigna più bassi, frequenza cardiaca più bassa e un cuore più sano in generale. Il potassio è anche considerato un elettrolita, il che lo rende essenziale per l’attività fisica e l’esercizio fisico. Avendo abbastanza potassio nella vostra dieta, potete contribuire a migliorare le vostre prestazioni atletiche in modo naturale e a migliorare la vostra salute.

Come si possono abbassare i livelli di potassio?

È molto raro che ci si debba preoccupare di abbassare i livelli di potassio, ma potrebbe essere il caso se si consumano grandi quantità di integratori. Il modo migliore per abbassare il potassio è smettere di consumare cibi ricchi di potassio e integratori. Potete anche consumare acqua in più per aiutare a smaltire l’eccesso di potassio.

Quali sono le carni ad alto contenuto di potassio?

Qualsiasi fonte di carne vi aiuterà ad aumentare i vostri livelli di potassio, ma alcune sono migliori di altre. La carne di manzo può fornire circa 400 milligrammi di potassio per porzione, il pollame fornisce circa 600 milligrammi di potassio, e la carne di maiale può fornire circa 800 milligrammi.

Il potassio abbassa la pressione sanguigna?

Il potassio ha un impatto diretto sul cuore e può essere usato per aiutare a regolare la pressione sanguigna. Infatti, la pressione sanguigna attuale potrebbe aiutarvi a determinare il vostro fabbisogno giornaliero di potassio. Quando assumete più potassio, il vostro cuore comincerà a funzionare più facilmente e richiederà meno sforzo per forzare il flusso sanguigno verso il resto del corpo. Questo può anche aiutare a ridurre il rischio di malattie cardiovascolari a lungo termine.

L’impatto diretto del potassio sulla pressione sanguigna potrebbe spiegare perché i vegani tendono ad avere una salute cardiaca di qualità superiore. Oltre ad evitare le sostanze nutritive negative e gli effetti di molti prodotti animali, gli alti livelli di potassio aiutano a regolare il loro funzionamento cardiaco .

Quale forma di potassio è migliore?

Anche se è possibile integrare con il potassio, il modo migliore per ottenere il potassio è naturalmente attraverso la dieta. Gli alimenti ricchi di potassio sono anche carichi di altre sostanze nutritive, il che li rende molto più di una semplice fonte di potassio. In termini di disturbi gastrointestinali, il citrato di potassio sembra causare il minor numero di effetti collaterali.

 

 

Benefici

Gli integratori di potassio potrebbero essere in grado di sostenere meglio il vostro corpo con una dieta chetogenica. Le diete chetogenetiche sono state studiate per molto tempo, poiché sono state inizialmente sviluppate per trattare l’epilessia intrattabile nei bambini.

Così, i potenziali effetti negativi di rimanere nella chetosi per lunghi periodi di tempo sono stati studiati in dettaglio.

Un integratore di potassio potrebbe aiutare a ridurre il rischio di calcoli renali durante una dieta chetogenica. Un altro effetto avverso della dieta chetogenica che è abbastanza noto è un aumento del tasso di calcoli renali.

Questi accumuli di calcio nei reni possono essere estremamente dolorosi, quindi tutto ciò che può diminuire le possibilità di ottenerne uno è un’opportunità gradita.

Fortunatamente, sembra che anche gli integratori di potassio possano ricoprire questo ruolo. Anche in questo caso, la ricerca su questo fenomeno è emersa per la prima volta nel corso delle ricerche sull’epilessia, perché molti medici sono stati in grado di supervisionare da vicino le persone che seguono diete chetogenetiche.

Dopo aver osservato un gruppo di quasi 200 bambini con una dieta chetogenica, i ricercatori hanno notato che i calcoli renali erano molto meno comuni nei bambini che stavano prendendo un integratore orale di potassio. Hanno ipotizzato che il potassio era in grado di prevenire l’accumulo di calcio nei reni, che può altrimenti verificarsi durante le condizioni metaboliche insolite create dalla dieta chetogenica.

Alcune persone trovano che il potassio aiuta con la “cheto-influenza”. Poiché le diete chetogeniche per la perdita di peso sono un fenomeno così nuovo e popolare, non c’è molta letteratura medica sui loro effetti negativi.

Una serie di sintomi che le persone che seguono diete chetogeniche riportano occasionalmente è la stanchezza, la svogliatezza e il lieve dolore che alcuni nella comunità chetogenica attribuiscono ai deficit di potassio.

La “cheto-influenza”, come viene chiamata, potrebbe essere in grado di essere trattata con il potassio; tuttavia, al momento sono solo speculazioni e aneddoti.

Effetti collaterali

Troppo potassio non è una buona cosa. Dal momento che è così fondamentale per regolare la funzione dei muscoli – che include il cuore – livelli eccessivi di potassio possono essere molto pericolosi.

Tuttavia, se assunto a normali dosi di integratori, non ci sono gravi effetti collaterali di cui preoccuparsi se si è un adulto sano.

Gli studi clinici sugli integratori di potassio nelle persone affette da epilessia non hanno rilevato alcun effetto avverso, anche se sono stati utilizzati in centinaia di persone in condizioni di salute precarie.

Le uniche persone che hanno bisogno di preoccuparsi degli effetti collaterali a normali dosi supplementari sono quelle che stanno assumendo farmaci per regolare la loro pressione sanguigna.

Questi farmaci da prescrizione possono disregolare i livelli di potassio, ma non è sempre chiaro in che modo sarà disregolato: troppo alto o troppo basso.

Come tale, si dovrebbe parlare con il medico prima di prendere un integratore di potassio se si assumono farmaci come gli ACE inibitori o diuretici per controllare la pressione sanguigna.

Dose raccomandata

Estrapolando da studi clinici, sembra che il limite di 100 mg di potassio per capsula sia in realtà piuttosto vicino a quello che è efficace nel ridurre il rischio di calcoli renali in una dieta chetogenica.

È un calcolo molto approssimativo dell’ordine di grandezza, ma 100 mg al giorno è un buon punto di partenza. Se avete un medico che supervisiona la vostra dieta chetogenica, lui o lei potrebbe chiedervi di aumentare il vostro regime di supplementazione di potassio, ma questo sarà probabilmente basato su specifiche analisi del sangue effettuate presso lo studio del medico.

Perché il potassio è così popolare in una dieta a base di keto? Il potassio è un comune elettrolita che i muscoli usano per contrarre, e svolge un ruolo in quasi tutte le funzioni biologiche del corpo. Molte persone assumono integratori di potassio come parte di una dieta chetogenica, in quanto molti degli alimenti ad alto contenuto di potassio non sono adatti a una dieta chetogenica.

Questo include cose come le patate, lo yogurt e, naturalmente, le banane. Se siete molto severi, non potrete nemmeno includere qualcosa come l’acqua di cocco, una fonte naturale di elettroliti. Alcune persone che seguono una dieta chetogena sviluppano quella che chiamano “influenza cheto”, un senso letargico di svogliatezza che molte persone nella comunità chetogena attribuiscono a bassi livelli di elettroliti.

È possibile che un integratore di potassio possa aiutare a correggere questa situazione, poiché i livelli di potassio disregolati sono una complicazione nota delle diete chetologiche.

Qual è il termine medico per indicare un basso livello di potassio? Il potassio basso è formalmente indicato come “ipopotassiemia”.

 

Ultimo aggiornamento 2020-07-02 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Forse ti interessa anche: