Mouse per ufficio professionale lavoro | Classifica 2020 | Guida all’acquisto

Prima di decidere comprare mouse per ufficio per le vostre esigenze di grafico o segretaria, ci sono alcuni dettagli sul mouse che dovete considerare:

Cablato o senza fili
Laser o ottico
Ergonomia
A grandezza naturale o da viaggio
Pulsanti programmabili

Mouse per ufficio professionale classifica 2020

Con o senza fili

La scelta di un mouse collegato al computer con un cavo o attraverso la porta USB del computer dipende in genere dalle preferenze personali. Dopo anni di lotte e di odio per tutti i cavi sulla scrivania, alcune persone scelgono di usare un mouse wireless, che evita il problema dei cavi aggrovigliati, ma si esaurisce nel momento sbagliato. Anche se ci sono alcuni mouse wireless che sono dotati di dock per ricaricarlo in modo da non accumulare batterie AAA, è comunque necessario ricordarsi di agganciare il mouse in modo che si possa ricaricare. Alcuni mouse sono dotati di un interruttore on / off che contribuirà a prolungare la durata della batteria che si sta utilizzando, ma ancora una volta, che è utile solo se ci si ricorda di spegnerlo alla fine della giornata.

I mouse wireless sono dotati di un ricevitore che permette al computer e al mouse di “parlare” tra loro. Alcuni mouse sono dotati di un cosiddetto nano ricevitore che può stare a filo con la porta USB del computer. Alcuni sono dotati di un ricevitore wireless più grande che si stacca dalla porta USB di un paio di pollici. Quelli con i ricevitori nano tendono ad essere più costosi della loro controparte, ma potrebbe valere la pena di controllare, soprattutto se si viaggia molto per lavoro. Mentre un mouse con cavo non deve preoccuparsi delle batterie o della ricarica perché sono collegate alla porta USB o PS2, il lato negativo è che si è un legato al computer. Avete a disposizione una lunghezza limitata di cavo con cui lavorare, che può essere fastidioso oltre a dover affrontare cavi aggrovigliati che possono danneggiare il filo.

Laser o ottico

Quando si utilizza il mouse, esso opera mediante il tracciamento in dpi, altrimenti noto come punti per pollice. I mouse ottici tracciano tipicamente tra i 400 e gli 800 dpi, il che va benissimo per il normale utilizzo quotidiano del mouse. Tuttavia, un mouse laser in genere è in grado di tracciare 2.000 o più dpi. Anche se questo numero è piuttosto elevato e non è realmente necessario per i consumatori che utilizzano un mouse per le funzioni di base, un tracciamento così preciso può essere eccessivo, diventando addirittura fastidioso. Per coloro che lavorano nella progettazione grafica o che possono essere piuttosto grandi appassionati di videogiochi, la precisione e la sensibilità che viene fornita con un dpi così alto può essere una caratteristica gradita.

Ergonomia

Come l’uso del computer e dei topi è diventato la norma nella nostra società, così anche i problemi di dolore alle mani e ai polsi che provengono dalle strane angolazioni in cui teniamo le mani mentre lavoriamo. Per questo motivo l’ergonomia del mouse scelto è la cosa più importante da considerare prima di acquistare non solo un mouse ma qualsiasi periferica. Per i topi, in particolare, la corretta ergonomia è importante perché può aiutare a prevenire lesioni da stress ripetitivo come la sindrome del tunnel carpale. Purtroppo, l’ergonomia di un topo non è qualcosa che va bene per tutti, non importa cosa vi dirà il reparto marketing del produttore.

L’unico modo per sapere davvero se vi sentirete a vostro agio ad usare un mouse per ore e ore, è lo stesso modo in cui sapete se le vostre scarpe vanno bene al negozio, è provarle. Ora, con le periferiche per computer, molte volte i prodotti saranno inscatolati in modo da non poter “provare prima di comprare” o qualcosa del genere, quindi la vostra migliore opzione è fare in modo di fare prima la vostra ricerca, come leggere questo articolo.

Quando comprate il mouse, assicuratevi di poterlo restituire e di quanto tempo avete a disposizione, in modo da non rimanere bloccati con un mouse che non potete usare. Quando tornate a casa provatelo per tutto quel tempo per vedere se è comodo e non vi fa male al braccio o al polso. Molte persone sceglieranno un mouse in base al suo aspetto che va bene. Per i grafici, invece, in questo caso si vorrà puntare più sul comfort che sull’estetica.

A grandezza naturale o da viaggio

La maggior parte dei produttori produce topi sia a grandezza naturale che da viaggio. La scelta della taglia può essere fatta in base a un unico criterio: il comfort. Molte persone che non si tolgono mai il mouse dalla scrivania si sentiranno più a loro agio con un mouse da viaggio grazie al comfort che offre loro, soprattutto se hanno le mani più piccole. Allo stesso modo, molte persone che viaggiano principalmente per lavoro sceglieranno un mouse a grandezza naturale per il comfort che offre loro, mentre un mouse da viaggio può causare loro disagio.

Pulsanti programmabili

Il mouse standard è dotato di due pulsanti e di una rotella di scorrimento al centro. Tuttavia, ci sono molti mouse sul mercato, su misura per chi può lavorare in settori specializzati come la grafica, sono dotati di pulsanti aggiuntivi sul lato del mouse. Questi pulsanti sono presenti in modo da poterli programmare, altrimenti noti come “mapping” per determinate funzioni. Un esempio è quello di impostare uno dei pulsanti come pulsante posteriore quando si è su internet. Questi pulsanti aggiuntivi possono essere molto utili, soprattutto se si utilizzano più volte gli stessi programmi. Mappatura t

 

 

Ultimo aggiornamento 2020-09-30 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. AcceptRead More