Olio di palma : dove comprarlo

che cos’è
L’industria dell’olio di palma sta affrontando un grave problema: sta causando la distruzione delle foreste pluviali e lo sfruttamento dei lavoratori. La buona notizia è che alcune aziende si stanno impegnando per evitare la deforestazione. Alcune stanno anche sviluppando alternative all’olio di alghe. Tuttavia, è difficile garantire che i prodotti siano privi di olio di palma. Per questo è importante sostenere le aziende che non utilizzano l’olio di palma.

L’olio di palma è un ingrediente prezioso che viene comunemente utilizzato nei prodotti alimentari. Viene utilizzato soprattutto in forma raffinata ed è incolore e inodore. Viene utilizzato anche in prodotti non alimentari. Sebbene non debba essere utilizzato come alimento salutare, fornisce alcuni nutrienti necessari per la salute umana.

Le palme da olio sono originarie dell’Africa e sono state utilizzate in cucina per migliaia di anni. Oggi la maggior parte dell’olio di palma proviene dall’Indonesia e dalla Malesia, anche se ci sono più di 40 Paesi che producono olio di palma. La palma da olio viene prodotta nelle foreste pluviali tropicali, ma è diventata una coltura importante anche in altre parti del mondo, compresi gli Stati Uniti. Secondo il Malaysian Palm Oil Council, la palma da olio è la coltura olearia più efficiente al mondo. La soia richiede una superficie 10 volte superiore per produrre una tonnellata di olio.

Oltre a essere la coltura vegetale a più alto rendimento al mondo, l’olio di palma è utilizzato in migliaia di prodotti. Viene utilizzato anche per i biocarburanti ed è relativamente facile da coltivare. È un ingrediente utile in cucina perché ha la capacità di resistere alle alte temperature ed è economico da produrre. A differenza di altri oli vegetali, l’olio di palma ha bassi livelli di grassi trans ed è più salutare per il cuore.

La produzione
Dal 1990, la produzione di olio di palma è cresciuta in modo esponenziale. Questa industria in rapida crescita ha portato a una significativa deforestazione e ad altri problemi ambientali. Ha distrutto le foreste dell’Indonesia e della Malesia, rilasciando grandi quantità di CO2 nell’atmosfera. Inoltre, la produzione di olio di palma disturba i terreni torbosi.

Nonostante questi problemi ambientali, la produzione di palma da olio continua a crescere in molte parti del mondo. Si prevede che la domanda di olio di palma quadruplicherà entro il 2050. È improbabile che altri oli vegetali possano sostituire l’olio di palma a causa della sua elevata resa per ettaro. La produzione mondiale di olio di palma rappresenta il 6,6% di tutti i terreni utilizzati per la coltivazione di oli e grassi. Si tratta di un’industria in rapida crescita anche in Colombia, dove le piantagioni erano precedentemente destinate a coltivazioni illegali.

L’olio di palma è diventato un alimento base nell’Africa occidentale e centrale. Nel XVIII secolo è diventato un bene importante in Europa. Fu usato come combustibile per le lampade e come lubrificante per i macchinari nella Seconda Rivoluzione Industriale. È stato introdotto nelle Indie Orientali Olandesi durante l’era coloniale olandese e i governi successivi all’indipendenza hanno incoraggiato un’ulteriore espansione delle superfici coltivate a palma da olio in relazione ai programmi di riduzione della povertà.

L’olio di palma è un olio vegetale versatile. Può resistere alla frittura senza rovinarsi e si mescola bene con altri oli. È ampiamente utilizzato come conservante e viene impiegato nei prodotti alimentari trasformati. Serve anche come adesivo nei pannelli di fibra. Inoltre, le fronde e i tronchi di palma da olio sono utilizzati per materiali da costruzione come il compensato. In Malesia, l’olio di palma viene utilizzato anche per la carrozzeria composita dell’automobile nazionale.

Si prevede che la produzione indonesiana di olio di palma continuerà a crescere costantemente, superando gli altri Paesi produttori. Questa crescita è dovuta all’aumento delle superfici e alle condizioni climatiche favorevoli. Inoltre, è una delle colture più produttive per acro.

usi
L’olio di palma trova molti impieghi sia nei prodotti alimentari che in quelli non alimentari. L’alto livello di antiossidanti lo rende utile per prevenire i problemi cardiovascolari e ridurre il rischio di cancro. Inoltre, migliora la consistenza della pelle e la crescita dei capelli. L’alto livello di acidi grassi lo rende un componente prezioso per saponi e prodotti cosmetici. Inoltre, è utile in gravidanza, in quanto fornisce alla madre un sano apporto di vitamina K. Questo olio denso di sostanze nutritive viene estratto dalla polpa rossa delle palme da olio.

Tradizionalmente, l’olio di palma veniva raccolto a mano. Tuttavia, la domanda per il suo contenuto di sostanze nutritive di alta qualità è cresciuta e gli inglesi hanno iniziato a investire in piantagioni di palma da olio nell’Asia meridionale. Ciò ha portato alla creazione della prima piantagione su larga scala all’inizio del XX secolo. Oggi, oltre 50 milioni di tonnellate di olio di palma vengono esportate ogni anno dal Sud-Est asiatico.

L’olio di palma ha molti usi, dalla cucina alla produzione di biodiesel e di mangimi. Oggi è utilizzato nel 50% di tutti i prodotti che usiamo quotidianamente. Oltre che per cucinare, può essere utilizzato anche come ingrediente per cosmetici, saponi e candele. È una delle materie prime più versatili al mondo e viene utilizzato negli alimenti fin dal 3000 a.C. L’olio veniva inizialmente raccolto in Africa occidentale, ma gli europei iniziarono a esportarlo in Europa durante la rivoluzione industriale. Nel 1848, gli europei trasferirono le prime piantine di palma da olio dall’Africa a Bogor, a Giava.

L’olio di palma è ampiamente utilizzato nell’industria alimentare grazie al suo costo relativamente basso. Un singolo ettaro di palma può produrre fino a quattro tonnellate di olio, rispetto alle sole 0,75 tonnellate per ettaro della colza. Inoltre, l’olio di palma ha un elevato contenuto di grassi solidi, che riduce la necessità di idrogenazione. Ha anche un’elevata stabilità ossidativa, che lo rende meno suscettibile all’irrancidimento. Ciò garantisce una lunga durata di conservazione.

vantaggi
Uno dei maggiori benefici dell’olio di palma è il suo elevato contenuto di vitamina A. Ha una media di nove grammi di vitamina A per cucchiaio, il che lo rende un ottimo alimento per prevenire la carenza di vitamina A. Può essere consumato da adulti e bambini di tutte le età senza effetti negativi. Tuttavia, le donne in gravidanza e i bambini di età inferiore ai 5 anni dovrebbero consumarne meno di quattro cucchiai al giorno.

Un altro beneficio dell’olio di palma è il suo potere antiossidante. Aiuta a proteggere l’organismo da vari problemi di salute, tra cui osteoporosi, asma, distrofia muscolare e artrite. Inoltre, protegge la pelle dai raggi UV e rallenta il processo di invecchiamento. L’olio di palma può essere utilizzato anche come protezione solare naturale.

L’olio di palma rosso contiene tocotrienolo e vitamina E, che aiutano a proteggere la pelle dai raggi ultravioletti dannosi. Il tocotrienolo aiuta anche a ridurre l’aspetto delle cicatrici cutanee. È inoltre ricco di carotenoidi, composti responsabili del colore rosso degli alimenti. Inoltre, proteggono la pelle a livello cellulare.

L’olio di palma è utile anche come idratante della pelle. Massaggiatelo sulla pelle prima della doccia, dalle estremità alle radici, e lasciatelo agire per dieci o quindici minuti. Poi, lavatevi come fareste normalmente. Oltre a questo, l’olio di palma aiuta a prevenire le rughe e migliora la carnagione migliorando la circolazione.

L’olio di palma può essere utilizzato anche in cucina. La sua elevata stabilità ossidativa lo rende ideale per le fritture. Inoltre, può essere utilizzato come alternativa ai grassi trans.

pro e contro
Uno dei vantaggi della produzione di olio di palma è che migliora le condizioni di vita in molte aree. Vengono creati molti posti di lavoro, compresi quelli necessari per la raccolta e la lavorazione dell’olio. Se da un lato questo può essere vantaggioso per la comunità, dall’altro può avere conseguenze negative. Le grandi catene alimentari e i distributori spesso esercitano un grande potere sui piccoli produttori locali. Questi grandi operatori possono avere una grande influenza sui salari e sulle condizioni di lavoro dei lavoratori locali.

Un altro svantaggio della produzione di olio di palma è la distruzione degli habitat naturali. Di conseguenza, vengono abbattuti alberi che altrimenti contribuirebbero ad assorbire i gas serra. Inoltre, le piantagioni di olio di palma utilizzano quantità massicce di pesticidi ed erbicidi, il che non è salutare per l’ambiente. Alcuni animali selvatici possono addirittura morire perché le loro prede sono scomparse.

Un altro vantaggio dell’olio di palma è che può essere utilizzato in un gran numero di prodotti e industrie. Questo può diversificare il mix di materie prime di un’industria. Inoltre, può essere utilizzato anche nella produzione di biocarburanti. A seconda della specie, questo olio può contribuire a facilitare la transizione dai combustibili fossili alle fonti di energia rinnovabili. Inoltre, i consumatori possono beneficiare delle comode proprietà dell’olio di palma in cucina.

Oltre ai benefici dell’olio di palma, è anche noto per essere un ingrediente molto controverso nel 21° secolo. Essendo una risorsa controversa, alcuni ambientalisti l’hanno accusata di essere immorale. Tuttavia, è stato dimostrato che quest’olio è altamente benefico per il cuore umano, in quanto aiuta a ridurre i livelli di colesterolo delle lipoproteine a bassa densità e ad aumentare quelli ad alta densità.

L’olio di palma contiene una grande quantità di vitamina E, importante per la salute cardiovascolare. È anche una ricca fonte di tocotrienoli, che sono forti antiossidanti. Ciò significa che una piccola quantità di olio di palma può aiutare a combattere le malattie cardiache. Inoltre, l’olio di palma può contribuire a proteggere dal cancro.

Ultimo aggiornamento 2022-12-03 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API