Quali sono i problemi della pelle del viso?

(Last Updated On: Gennaio 1, 2023)

Esistono diverse patologie cutanee che colpiscono il viso. Eczema, rosacea, psoriasi, dermatomiosite e psoriasi sono tutti problemi cutanei noti del viso. Ognuno di essi ha una causa di fondo diversa, che spesso è genetica.

Rosacea

La rosacea è una condizione comune che colpisce sia il viso che gli occhi. I sintomi più comuni sono arrossamento, bruciore, lacrimazione e palpebre infiammate. Alcuni casi possono addirittura causare danni alla cornea e perdita della vista. I sintomi variano da persona a persona, ma possono essere simili a quelli di altre malattie o condizioni di salute. In caso di sintomi persistenti, è necessario consultare un dermatologo.

L’operatore sanitario analizzerà l’anamnesi dei sintomi, oltre a esaminare più da vicino la pelle e gli occhi. Tuttavia, non esistono test definitivi che possano confermare la diagnosi di rosacea. Le opzioni terapeutiche comprendono creme, lavaggi e ivermectina.

I sintomi della rosacea variano da persona a persona. Di solito i soggetti sviluppano un arrossamento del viso che ricorda una scottatura solare. Nei casi più gravi, sulla zona interessata possono formarsi brufoli e protuberanze piene di pus. Questi brufoli possono comparire a chiazze o come un’unica eruzione cutanea.

Altri sintomi della rosacea sono i vasi sanguigni visibili, che possono apparire come sottili linee rosse sulle guance o sul naso. La pelle può anche ispessirsi, dando al naso un aspetto gonfio. Nei casi più gravi, la rosacea può persino causare danni agli occhi. Se non trattata, può portare a danni alla cornea e persino alla cecità.

Eczema

L’eczema è uno dei problemi cutanei più comuni che colpiscono gli adulti. Di solito si presenta come pelle secca e squamosa nelle pieghe del viso. Può essere piuttosto doloroso e causare un notevole disagio. Può anche interessare le palpebre e i canali uditivi.

Esistono molti trattamenti per l’eczema. Tra questi, evitare gli allergeni e i detergenti per la pelle, usare creme idratanti e applicare steroidi topici sulle aree colpite. In alcuni casi, i dermatologi prescrivono antibiotici e steroidi topici.

Sebbene l’eczema non sia contagioso, i sintomi sono fastidiosi e fastidiosi. L’area interessata può essere rossa o secca, squamosa e può presentare vesciche. Si tratta di una malattia cronica della pelle causata da un’allergia sottostante. Tra i fattori scatenanti dell’eczema vi sono alcuni alimenti e profumi. Anche il raffreddore e lo stress possono aggravare la condizione.

Il trattamento dell’eczema può includere creme steroidee topiche, idratanti e antistaminici. Questi trattamenti sono solitamente consigliati da un dermatologo o dall’Accademia Americana di Dermatologia.

Psoriasi

La psoriasi è una comune malattia cronica della pelle in cui il sistema immunitario accelera la crescita delle cellule cutanee. Il risultato è lo sviluppo di chiazze di pelle sollevate, o placche, che possono essere pruriginose e dolorose. Queste chiazze sono solitamente rosa o rosse, ma possono anche essere bianche, argentee o marrone scuro. Possono comparire in qualsiasi parte del corpo.

La psoriasi si manifesta quando il sistema immunitario dell’organismo reagisce in modo eccessivo a un fattore scatenante. Normalmente le cellule della pelle vengono sostituite ogni tre o quattro giorni. Questo porta a un accumulo di cellule cutanee, o squame, sulla superficie della pelle. La psoriasi è spesso ereditaria, ma può anche essere scatenata da alcuni farmaci o infezioni. La condizione può colpire qualsiasi parte del corpo, anche se è più comune sulle mani, sul viso e sul cuoio capelluto.

Il trattamento della psoriasi dipende dal tipo di psoriasi e dalla gravità dei sintomi. Il trattamento può includere creme steroidee e pomate vitaminiche. Alcuni soggetti possono trarre beneficio anche dall’immunoterapia e dalla terapia della luce.

Dermatomiosite

Il trattamento della dermatomiosite sul viso può assumere diverse forme e può essere prolungato o inefficace. La malattia spesso causa insufficienza d’organo o cancro e può compromettere notevolmente la vita del paziente. Tuttavia, la maggior parte dei casi di questa malattia risponde al trattamento e le persone possono ottenere un sollievo dai sintomi.

La diagnosi di dermatomiosite inizia con l’esame fisico e gli esami. Durante l’esame fisico, il medico cercherà cambiamenti nella pelle e nei muscoli sottostanti. È necessario misurare gli enzimi muscolari come la creatinchinasi e l’aldolasi. L’innalzamento di questi enzimi di solito precede la comparsa dei sintomi. I sintomi della dermatomiosite possono manifestarsi nei bambini o negli adulti.

I sintomi della dermatomiosite sul viso comprendono un’eruzione cutanea e debolezza muscolare. In alcuni pazienti, l’eruzione cutanea può essere l’unico sintomo. In alcuni pazienti può comparire un’eruzione cutanea rossa o viola sul viso. L’eruzione cutanea può essere pruriginosa o dolorosa. Può anche essere accompagnato da grumi duri sotto la pelle.

I farmaci per la dermatomiosite sul viso possono includere corticosteroidi per alleviare l’infiammazione muscolare. Altre opzioni di trattamento includono farmaci immunosoppressivi o citotossici, terapia fisica e terapia occupazionale. La protezione della pelle dal sole è essenziale per ridurre il rischio di contratture. I pazienti affetti da dermatomiosite al volto possono anche necessitare di trattamenti sistemici, come i farmaci citotossici.

Vitiligine

La vitiligine è una malattia della pelle in cui alcune aree della pelle perdono pigmento. Può manifestarsi improvvisamente o gradualmente. I sintomi della vitiligine comprendono macchie chiare e aree depigmentate. Queste chiazze mancano di melanina, il pigmento che dà alla pelle colore e consistenza. Queste chiazze possono essere presenti in qualsiasi parte del corpo, ma sono più frequenti sul viso, sui gomiti e sulle ginocchia. Possono comparire anche sul dorso delle mani o dei piedi e sui genitali. Le persone con la pelle più scura possono essere maggiormente colpite da questa malattia della pelle.

I trattamenti per la vitiligine possono includere farmaci da prescrizione e fototerapia. Di solito, questi trattamenti vengono somministrati in uno studio medico alcune volte alla settimana. Tuttavia, è anche possibile acquistare dispositivi portatili da utilizzare a casa. Alcuni medici combinano la fototerapia con un farmaco orale chiamato psoralene. Questo farmaco contribuisce ad aumentare l’efficacia della fototerapia, ma è più difficile da somministrare.

I sintomi della vitiligine comprendono chiazze di pelle bianca che ricoprono il viso e il corpo. Sebbene la causa della vitiligine sia sconosciuta, la genetica gioca un ruolo importante. Alcuni fattori ambientali, come i traumi, possono scatenare la risposta autoimmune che causa la distruzione dei melanociti. L’esposizione a determinate sostanze chimiche e l’esposizione al sole possono scatenare questa risposta e causare la diffusione della vitiligine.

Dermatite da contatto

Se si sospetta di aver sviluppato una dermatite da contatto sul viso, è necessario recarsi subito dal medico. Il medico sarà in grado di diagnosticare la condizione parlando con il paziente dei suoi sintomi. Potrà porre delle domande per aiutare a determinare le cause scatenanti del problema e gli elementi da evitare.

Il medico eseguirà dei test per determinare la causa della reazione, compresi quelli con i cerotti cutanei. Questi test sono in genere utilizzati per le persone con una storia di dermatite. Questi test sono in grado di identificare gli allergeni causali e vengono solitamente eseguiti applicando piccoli cerotti sulla pelle sotto un foglio di carta. Vi verrà chiesto di tornare per vedere come reagisce la vostra pelle a 48 ore e a 72-96 ore. Il medico darà un punteggio alla reazione della pelle.

Anche l’irritazione della pelle causata dal contatto con sostanze chimiche può provocare una reazione sul viso. Molte creme topiche contengono sostanze chimiche che irritano la pelle. È importante portare al medico tutti i prodotti personali per verificare l’eventuale causa della dermatite.

Cheratosi pilare

La cheratosi pilare, nota anche come pelle di pollo, è un disturbo cutaneo comune che colpisce circa la metà degli adolescenti e quasi il 40% degli adulti. È caratterizzata da protuberanze che assomigliano a pelle di pollo spennata e possono essere di colore rosso o viola. Spesso compaiono sul viso e sulla parte superiore delle braccia, ma si possono trovare anche sulle cosce. Il trattamento della cheratosi pilare può comprendere la prescrizione di prodotti topici o idratanti.

La causa della cheratosi pilare non è nota, ma è stata associata alla genetica. Se entrambi i genitori sono affetti da questa patologia, è più probabile che la si sviluppi. Anche se non è contagiosa, è meglio consultare un dermatologo per il trattamento.

La cheratosi pilare si presenta come piccole protuberanze sulla pelle. Queste protuberanze sono innocue e in genere non fanno male. In genere non sono contagiose e si attenuano con l’età. Tuttavia, se si nota che le protuberanze non migliorano con il passare del tempo, è opportuno recarsi da un dermatologo per ulteriori accertamenti.

I trattamenti per la cheratosi pilare variano in termini di efficacia. Alcuni possono aiutare a eliminare completamente le protuberanze, mentre altri possono solo ridurre il rossore e il prurito. Una combinazione di creme idratanti e trattamenti topici è spesso efficace. A volte viene prescritto anche un leggero corticosteroide topico per le protuberanze pruriginose.