ROBOT ASPIRAPOLVERE LAVAPAVIMENTI: CLASSIFICHE,RECENSIONI,CONSIGLI,PREZZI

Robot vacuum cleaner on wood,laminate floor.Smart life concepts ideas

L’aspirapolvere robot è un dispositivo che accompagna sempre più famiglie. Molto utili ed economici ogni giorno, sono un modo semplice per mantenere la casa pulita. I modelli tecnologicamente più avanzati tra gli aspirapolvere, sono gli aspirapolveri robot, dispositivi con prestazioni incredibili e grande autonomia che hanno aggiunto alle loro caratteristiche anche la funzione lavapavimenti.

Nel corso degli anni, gli aspirapolvere robot si sono evoluti e sono ora efficienti quanto gli aspirapolvere a sacchetto o a contenitore: per quanto piccoli possano sembrare, molti ora offrono anche più potenza di aspirazione del tuo aspirapolvere tradizionale. Puliscono e aspirano altrettanto bene che manualmente, anche se, come per qualsiasi dispositivo, dipende dal modello che si sceglie.

Una volta potevano sembrare dispositivi troppo costosi, ma oggi chiunque può comprarne uno che pulirà la casa quando non c’è nessuno o quando vuoi tu. Sono semplici da usare, adatti a tutti i tipi di famiglie e sempre più utili.

Per scoprire qual è il miglior robot aspirapolvere per te, la prima cosa che devi fare è avere chiaro cosa ti serve: devi sapere di che tipo di robot hai bisogno per la tua casa (ce ne sono alcuni che, oltre ad aspirare, puliscono anche), quali caratteristiche devi cercare quando lo scegli e, soprattutto, quali sono i migliori modelli di aspiratori robot sul mercato.

I modelli in commercio sono tanti, dai migliori aspirapolvere senza filo o con cavoaspirapolvere a scopa, con o senza sacchetto, specifici per la pulizia dell’auto o aspirapolveri industriali tra gli altri e i robot lavapavimenti.

Aspirare, lucidare o passare lo straccio?

Anche se sono tutti spesso indicati come robot aspirapolvere, la verità è che ci sono diversi tipi di dispositivi sul mercato, a seconda di ciò che sono in grado di fare:

Aspirano solo: questi sono i robot aspirapolvere. La loro unica funzione è quella di rimuovere la polvere dai pavimenti e dai tappeti. Possono essere acquistati a partire da 140 euro.
Aspirapolvere e mop: alcuni modelli hanno spazzole e un serbatoio d’acqua, che permette di pulire il pavimento dopo l’aspirazione. Possono essere acquistati a partire da 160 euro. Possono essere utili per pavimenti duri, piastrelle o terrazzo.
Lucidano soltanto: sono come un mocio che si muove da solo. La polvere rimane impregnata nei panni, che poi devono essere puliti, perché non la aspirano. Sono modelli economici, ma meno efficienti.
Aspirapolvere e lucidatura: combinano un robot aspirapolvere con la funzione mop.

Movimento casuale o diretto

Questi robot si muovono su tutto il pavimento per pulire l’intera superficie, ma non tutti si muovono con la stessa efficienza:

Movimento casuale: si muovono secondo un programma (a ziz zag, in linea…), ma non riconoscono il luogo in cui sono passati precedentemente. Sono quindi i meno efficienti, perché fanno un numero maggiore di passaggi, ma sono anche i più economici. Questo problema è tanto più importante quanto più grande è la stanza. Sono disponibili a partire da 140 euro.
Movimento diretto: questi robot sanno già dove sono passati, quindi hanno bisogno di meno movimenti per finire il compito. Sono più efficienti e anche un po’ più costosi. Si possono trovare a partire da 200 euro. A seconda del modello, il movimento è guidato da diverse tecnologie: giroscopica, telecamera o laser (ordinate dalla meno alla più completa). I modelli più avanzati (con connettività, mappatura dello spazio, controllo remoto, ecc.) sono di solito abbinati a un’app che può essere complicata da programmare. Il loro prezzo è anche un po’ più alto: da 350 euro.

Altezza: di solito sono alti tra i 30 e i 38 cm. Non c’è una grande differenza, ma se si sceglie uno dei robot più alti potrebbe non adattarsi sotto i mobili se ha le gambe corte.
Capacità del contenitore della polvere: più grande è il contenitore, meno spesso sarà necessario svuotarlo. Questo è abbastanza importante se si tende a far funzionare il robot quando non si è in casa.
Tempo di ricarica: quando la batteria si esaurisce, la maggior parte dei robot torna alla base per ricaricarsi, ma il tempo di ricarica può variare molto. Alcune richiedono poco più di due ore, mentre altre quasi cinque.
Rumore: anche se non sono particolarmente rumorosi, alcuni robot sono più fastidiosi di altri. Controlla i risultati nel comparatore.
App di controllo: alcuni modelli hanno un’app che permette di controllare il robot aspirapolvere dall’esterno della casa, definire pareti virtuali in modo che non esca da certi limiti, ecc.
Filtro HEPA: elimina il polline e altri allergeni. Se c’è un allergico in casa tua, assicurati che ne abbia uno. Per sapere quali modelli hanno questo filtro, potete consultare il comparatore:

Come funzionano gli aspirapolvere robot?

Rimuovono la polvere con una spazzola rotante su un asse orizzontale. Possono anche avere piccole spazzole addizionali poste su alberi verticali che spostano lo sporco sotto l’aspirapolvere per essere raccolto dalla spazzola principale. Possono anche avere spazzole sporgenti per pulire gli angoli. Lo sporco si deposita in un serbatoio all’interno dell’apparecchio. Hanno anche un filtro all’interno del serbatoio.

Per rilevare un ostacolo, hanno dei sensori per evitare le collisioni con le gambe del tavolo, le sedie o la caduta dalle scale. Ogni robot ha dei programmi di pulizia che puoi scegliere in base alle tue esigenze e ai tuoi orari.

Si ricaricano in una stazione di ricarica o con un caricatore collegato al robot.

Gli aspirapolvere robot puliscono bene?

Secondo i nostri test, la loro efficienza non è generalmente più che accettabile. I loro problemi principali sono che non aspirano bene tappeti o moquette, alcuni non raggiungono bene i bordi e gli angoli, e hanno un contenitore della polvere troppo piccolo.

Quanto costa un robot aspirapolvere?

La gamma di prezzi è ampia: si possono trovare semplici robot aspirapolvere a partire da 100 euro, mentre i modelli più completi costano più di 1.000 euro. La media è di circa 300 euro, ma è possibile trovare modelli con una qualità più che accettabile per 200 euro, come il nostro Best Buy.

1) Cecotec Conga 990 Excellence Series

  • È il robot aspirapolvere ideale se hai un animale domestico, perché ha una spazzola centrale in silicone appositamente progettata per raccogliere i peli degli animali. È anche silenzioso, quindi non spaventerà i cani o i gatti di casa.

Ha un serbatoio da 500 ml per i solidi e uno da 400 ml per i liquidi. Il suo sistema di lavaggio intelligente utilizza una valvola elettronica che dosa e distribuisce l’acqua in modo uniforme. E si può anche inserire un mocio per lucidare il parquet dopo aver sfregato.

Ha 3 potenze di pulizia (eco, normale e turbo) e 5 modalità di pulizia: auto, bordo, stanza, spirale e casa. Inoltre purifica l’aria mentre pulisce, grazie al filtro HEPA che incorpora, trattenendo polvere e allergeni.

Si può programmare grazie a un telecomando con schermo LCD (non utilizza un telefono cellulare) e ritorna alla sua stazione di ricarica quando sta per finire l’energia. Ha una batteria da 2.600 mAh e un’autonomia di 160 minuti.

La Conga 990 Excellence Series costa solo 129 euro alla Cecotec.
Cecotec Conga 990 Excellence Series Caratteristiche
Modalità di funzionamento Auto, Edge, Room, Room, Spiral e Back to Home
Modalità animali domestici Sì (pulizia migliorata)
Dimensioni del serbatoio 0,5 litri (solidi) / 0,3 litri (detergente per pavimenti)
Tipi di sensori Prossimità, anti-shock, anti-caduta
Autonomia 160 minuti
Autocaricamento Sì
Altezza 7,5 mm
Rumore 64 db
App mobile / WiFi No
Programmazione Sì
Delimitazione di zona No
Modalità di pulizia del pavimento Sì
Filtro HEPA extra, modalità Mop, modalità Carpet

2) Cecotec Conga serie 3090

I sensori laser arrivano alla Conga. La serie Conga 3090 utilizza la tecnologia iTech Laser 360 per eseguire una scansione a 360 gradi e generare una mappa virtuale di tutta la casa, compreso il posizionamento dei mobili. Questo permette una pulizia più accurata e veloce perché non ripete le aree.

Come la serie 990, è un robot 4 in 1 che aspira, pulisce i tappeti, strofina i pavimenti e pulisce le scope. Ma in questa versione la pressione di aspirazione è stata aumentata da 1400 Pa. a 2000 Pa. e il sistema di pulizia è molto migliorato, con un nuovo movimento avanti e indietro.

Ha non meno di 10 modalità di pulizia: Auto, Spirale, Spot, Smart Area, Area ristretta, Manuale, DeepCleaning, Scrubbing, Edge e Back to Home.

Con un serbatoio da 500 ml per i solidi e uno da 400 ml per i liquidi, il suo sistema di lavaggio intelligente utilizza una valvola elettronica che dosa e distribuisce l’acqua in modo uniforme. E si può anche inserire un mocio per lucidare il parquet dopo aver sfregato.

Ha 3 potenze di pulizia (eco, normale e turbo) e 5 modalità di pulizia: auto, bordo, stanza, spirale e casa. Inoltre purifica l’aria mentre pulisce, grazie al filtro HEPA che incorpora, trattenendo polvere e allergeni.

Si può programmare grazie a un telecomando con schermo LCD (non utilizza un telefono cellulare) e ritorna alla sua stazione di ricarica quando sta per finire l’energia. Ha una batteria da 2.600 mAh e un’autonomia di 160 minuti.

Conga Series 3090 ha un prezzo di 159 euro.
Caratteristiche della serie Cecotec Conga 3090
Modalità di funzionamento Auto, a spirale, spot, area intelligente, area limitata, manuale, pulizia profonda, strofinamento, bordatura e ritorno a casa
Modalità animale domestico Sì
Dimensioni del serbatoio 0,55 litri (solido) / 0,18 litri (lavapavimenti)
Tipi di sensori Laser
Autonomia 110 minuti
Autocaricamento Sì
Altezza Non fornita
Rumore 64 db
App mobile / WiFi Sì / Sì
Programmazione Sì
Delimitazione di zona Sì
Modalità di pulizia del pavimento Sì
Extra Mop, filtro HEPA

Nella fascia media troverete robot molto competenti, il miglior rapporto qualità/prezzo sul mercato.

3) iRobot Roomba 605

Anche se non è uno dei modelli più moderni di iRobot, grazie al suo buon rapporto qualità-prezzo, il Roomba 605 è uno dei robot aspirapolvere più popolari del marchio e uno dei più votati dagli utenti.

Questo modello è raccomandato per l’uso sia su pavimenti duri che su tappeti grazie alla sua testa di pulizia autoregolante, che adatta automaticamente la sua altezza in modo che le due spazzole multisuperficie rimangano sempre in contatto diretto con il pavimento. È anche dotato di una spazzola laterale progettata per spazzare intorno agli angoli, che tira lo sporco nel canale di pulizia del robot.

iRobot Roomba 605 ha un sistema di pulizia a tre stadi in cui il dispositivo disincrosta ed estrae lo sporco ostinato e intrappola la polvere. E grazie alla tecnologia Dirt Detect, è in grado di riconoscere le aree della casa dove c’è più attività per assicurarsi che i pavimenti siano completamente puliti.

Ha il sistema di navigazione iAdapt in modo che il robot navighi automaticamente per la casa anche al buio, e i suoi sensori di pendenza lo tengono al sicuro da scale e altre irregolarità.

È possibile acquistare l’iRobot Roomba 605 su Amazon per £224.
Caratteristiche di iRobot Roomba 605
Modalità di funzionamento Normale e Concentrato
Modalità animale domestico No
Dimensione del serbatoio 0,4 litri
Tipi di sensori Pendenza
Tempo di esecuzione 60 minuti
Autocaricamento No
Altezza 9,2 cm
Rumore 60 db
App mobile / WiFi No / No
Programmazione No
Delimitazione di zona No
Modalità di pulizia dei pavimenti No
Extra Filtro AeroVac

4) Xiaomi Mi Robot Vacuum 2

Negli ultimi tempi Xiaomi ha fatto di tutto, dagli scooter elettrici agli aspirapolvere robot. Questo Xiaomi Mi Robot Vacuum 2 è progettato da Roborock, quindi condivide le caratteristiche con il Roborock S6, che vedremo più avanti.

Utilizza sensori laser per creare una mappatura accurata della casa, quindi pulisce con precisione, senza ripetere. Dall’applicazione mobile è possibile definire le aree da pulire. E si può controllare da fuori casa, via WiFi.

Ha un’eccellente potenza di aspirazione di 2.000 Pascal, una delle più alte sul mercato, e può arrampicarsi sui tappeti. Pulisce anche leggermente il pavimento, con un mocio umido.

La batteria raggiunge i 5.200 mAh, con un tempo di esecuzione di circa 150 minuti, che è sopra la media. Può pulire una casa di 250 m2 in una sola volta.

Xiaomi Mi Robot Vacuum 2 costa 203€ alla Fnac.
Xiaomi Mi Robot Vacuum 2 Caratteristiche
Modalità di funzionamento Massimo, Turbo, Bilanciato e Silenzioso
Modalità animale domestico Sì
Dimensione del serbatoio 0,58 litri
Tipi di sensori Laser
Autonomia 150 minuti
Autocaricamento Sì
Altezza 9,6 cm
Rumore 61 db
App mobile / WiFi Sì / Sì
Programmazione Sì
Delimitazione di zona Sì
Modalità di pulizia del pavimento Sì
Extra No

5) Roborock S5 Max

Il Roborock S5 Max è uno dei più recenti aspirapolvere robot del marchio e si distingue per il suo buon rapporto qualità-prezzo. Questo modello spazza, aspira e pulisce automaticamente il pavimento senza che voi dobbiate preoccuparvi di nulla.

Questo modello ha una potenza di aspirazione di 2000 Pa e, grazie alla sua ventola specializzata che ruota a 1.500 giri al minuto, è in grado di dirigere il flusso d’aria verso l’interno ed evitare che la polvere si sparga per la casa.

Il dispositivo dispone di un sistema di mappatura laser che disegna una pianta della vostra casa con una precisione del 98%. Una volta fatto questo, riconosce le diverse stanze in modo da poter programmare la pulizia secondo le vostre esigenze.

È dotato di connettività WiFi ed è controllato dall’app mobile, dove è possibile programmare la pulizia, delimitare aree, controllare il flusso d’acqua o verificare lo stato dei componenti.

Potete trovare il Roborock S5 Max al prezzo di 399 euro su PcComponents.
Roborock S5 Max Caratteristiche
Modalità di funzionamento Mop, bagnato, aspirazione, spazzata, aspirazione spazzata, aspirazione spazzata, vuoto
Modalità animale domestico Sì
Dimensioni del serbatoio 0,46 litri (solido) / 0,29 litri (lavapavimenti)
Tipi di sensori Laser
Autonomia 120 minuti
Autocaricamento Sì
Altezza 9,65 cm
Rumore 60 db
App mobile / WiFi Sì / Sì
Programmazione Sì
Delimitazione di zona Sì
Modalità di pulizia del pavimento Sì
Extra Compatibilità Alexa, controllo del flusso d’acqua.

Costano, ma sono il meglio del meglio. Veloci, intelligenti, con molteplici modalità di pulizia, non urtano i mobili e sono silenziosi.

6) iRobot Roomba 960

La fascia alta è dove si trovano i robot veramente autonomi. Questo iRobot Roomba 960 è uno dei migliori nella sua fascia di prezzo.

Utilizza sensori di tecnologia SLAM basati su telecamere in grado di elaborare 230.000 punti al secondo. Con iAdapt 2.0 mappa la casa in modo che tu possa decidere quali stanze o aree vuoi che eviti.

Il suo sistema di aspirazione Aeroforce è 5 volte più potente della gamma 600. Utilizza rulli di gomma al posto delle setole, il che evita che i capelli si aggroviglino e si intasino. Ha anche una modalità pet che evita le mangiatoie e aumenta l’aspirazione per raccogliere i capelli.

Con la sua tecnologia Dirt Detect, rileva lo sporco e adatta il tipo di aspirazione ad esso. Si può controllare via WiFi da fuori casa, e si auto-ricarica quando la batteria si esaurisce. Può anche essere controllato a voce tramite Alexa.

Tra i suoi punti meno buoni, a causa del suo sensore anti-vuoto (in modo che non cada nelle fessure) si blocca su pavimenti molto scuri, e si rifiuta di pulire i tappeti neri.

Lascerà la vostra casa pulita e splendente, ma la batteria può esaurirsi in poco più di un’ora. Questo è il problema dei robot potenti: usano più energia.

iRobot Roomba 960 costa 799 euro ma ha un prezzo scontato di 622 euro su Amazon.
Caratteristiche di iRobot Roomba 960
Modalità di funzionamento Automatico (si adatta in base allo sporco che rileva)
Modalità animale domestico Sì
Dimensione del serbatoio 0,75 litri
Tipi di sensori iAdapt 2.0 con fotocamera. 230.000 punti dati al secondo
Autonomia 90 minuti
Autocaricamento Sì
Altezza 9,1 cm
Rumore 70 db
App mobile / WiFi Sì / Sì
Programmazione Sì
Delimitazione di zona Sì
Modalità di pulizia del pavimento No
Extra Controllo vocale (Alexa), setole di gomma

7) Roborock S6

Potresti non avere familiarità con Roborock, ma è il marchio che produce i robot aspirapolvere di Xiaomi, quindi ha una garanzia di qualità alle spalle.

Il Roborock S6 è uno dei suoi modelli più avanzati, un robot top di gamma ad un prezzo ragionevole… e pulisce anche i pavimenti, e può scalare ostacoli fino a 2 cm. In effetti, più che strofinare, l’effetto è simile a quello di un mocio umido. È utile se non c’è molto sporco. La sua potenza di aspirazione è di circa 2.000 Pa.

Utilizza sensori laser, i più precisi disponibili, per mappare tutta la casa in modo che nessun angolo sia lasciato indietro. Puoi vedere l’area che ha pulito per controllare se ha lasciato qualcosa, o programmarlo attraverso l’applicazione mobile, via WiFi.

Ha non meno di 14 sensori diversi, tra cui accelerometro, contachilometri, sensori di distanza a infrarossi, bussola, anti-caduta e altri. È uno dei più avanzati in questo senso, e più silenzioso della media.

La batteria dura più della media, tre ore, e si auto-ricarica. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra recensione e opinione del Roborock S6.

Roborock S6 ha un prezzo di 549 sterline da PcComponents.
Caratteristiche di Roborock S6
Modalità di funzionamento Massimo, Turbo, Bilanciato e Silenzioso
Modalità animale domestico Sì
Dimensioni del serbatoio 0,48 litri (solidi) / 0,14 litri (detergente per pavimenti)
Tipi di sensori 14 diversi sensori tra cui laser, contachilometri, livello e sensori di distanza
Autonomia 180 minuti
Autocaricamento Sì
Altezza 9,6 cm
Rumore 60 db
App mobile / WiFi Sì / Sì
Programmazione Sì
Delimitazione di zona Sì
Modalità di pulizia del pavimento Sì
Extra Controllo vocale con Alexa

8) Cecotec Conga 6090

Il Conga 5090 è il robot aspirapolvere top di gamma di Cecotec. È dotato della tecnologia quattro-in-uno del marchio con un serbatoio misto, che gli permette di aspirare, pulire, spazzare e spazzare simultaneamente.

Il suo sistema RoomPlan permette di gestire fino a 50 piani di pulizia. È dotato della nuova spazzola Jalisco che rimuove lo sporco più impercettibile, oltre a due spazzole intercambiabili che evitano i grovigli. Ha una tecnologia ciclonica che aumenta la potenza di aspirazione e prolunga la sua vita utile. Offre una potenza di aspirazione di 8.000 pascal. Ha la connettività WiFi e si controlla dall’applicazione mobile.

Questo robot aspirapolvere ha una tecnologia di mappatura laser professionale e Interactive Multimap per generare una mappa della casa, con la possibilità di memorizzare fino a cinque mappe. Una volta riconosciuto lo spazio, pianifica il percorso di pulizia più veloce, efficiente, ordinato e intelligente.

Il Cecotec Conga 6090 ha un prezzo di 505 euro.
Conga 6090 Caratteristiche
Modalità operative Sistema RoomPlan con più di 50 piani di pulizia
Modalità animale domestico Sì
Dimensioni del serbatoio 0,57 litri (solidi) / 0,27 litri (liquidi)
Tipi di sensori Sensore ottico
Autonomia 240 minuti
Autocaricamento Sì
Altezza 9,5 cm
Rumore Meno di 64
App mobile / WiFi Sì / Sì
Programmazione Sì
Delimitazione di zona Sì
Modalità di pulizia del pavimento Sì

9) iRobot Roomba i7+

Non è il robot aspirapolvere più avanzato di iRobot (è il Roomba S9+, che costa 1500 sterline), ma offre una caratteristica unica: è l’unico che svuota il cestino dello sporco, così non dovrai farlo tu ogni giorno, come altri robot.

Il serbatoio si svuota nella stazione di ricarica, che ha una capacità di 30 serbatoi, quindi può durare per un mese senza che tu debba occuparti del robot.

Un’altra nuova caratteristica è che è anche a controllo vocale, tramite Alexa.

Per il resto le caratteristiche sono simili al Roomba 960, ma ha il doppio della potenza di aspirazione e la batteria dura un po’ di più.

Come i suoi fratelli, utilizza sensori di tecnologia SLAM basati su telecamere in grado di elaborare 230.000 punti al secondo. Con iAdapt 3.0 mappa la casa e tu decidi quali stanze o aree vuoi che eviti.

Con la sua tecnologia Dirt Detect rileva lo sporco e adatta il tipo di aspirazione ad esso. Si può controllare via WiFi da fuori casa, e si auto-ricarica quando la batteria si esaurisce.

Il nuovo iRobot Roomba i7 Plus ha un prezzo di 799 euro. Se questo è fuori dal tuo budget, la versione senza la funzione di svuotamento del bidone, il Roomba i7, scende a 629 euro su Amazon.
Caratteristiche di iRobot Roomba i7+
Modalità di funzionamento Automatico (si adatta in base allo sporco che rileva)
Modalità animale domestico Sì
Dimensione del serbatoio 0,40 litri
Tipi di sensori Imprint™ Smart Mapping, iAdapt 3.0
Tempo di esecuzione 75 minuti
Autocaricamento Sì
Altezza 9,2 cm
Rumore Non fornito
App mobile / WiFi Sì / Sì
Programmazione Sì
Delimitazione di zona Sì
Modalità di pulizia del pavimento No
Extra Serbatoio vuoto

Robot Aspirapolvere più venduti su internet

OffertaBestseller No. 1 

OffertaBestseller No. 2 

Bestseller No. 3 

OffertaBestseller No. 4 

OffertaBestseller No. 5 

OffertaBestseller No. 6 

Quali tipi di robot aspirapolvere esistono?

Prima di fare un investimento in un nuovo robot aspirapolvere, la prima domanda che dovresti farti è “quali tipi di robot aspirapolvere esistono“. È essenziale sapere che tipo di dispositivo stiamo per comprare e, soprattutto, se questo dispositivo si adatta alle nostre esigenze.

I robot aspirapolvere, come i robot da cucina, sono dispositivi che sono lì per rendere la nostra vita più facile. Sono autonomi (anche se hanno bisogno di un po’ di manutenzione) e, anche se non garantiscono la perfetta pulizia della casa, tutti quelli che ne hanno uno dicono che, anche se puliscono manualmente, sono un grande aiuto.

Sono elementi che non ”disturbano la casa”, e la cosa buona di questo tipo di robot è che ci sono solo due tipi principali. Cioè, non ci sono molte varietà tra cui scegliere e possiamo dire che abbiamo solo robot spazzola e robot aspirapolvere. Sì, sono entrambi ”robot aspirapolvere”, ma scegliere l’uno o l’altro dipende dalle tue esigenze.

Al giorno d’oggi, i migliori robot aspirapolvere sul mercato hanno tecnologie molto avanzate come la navigazione laser, che permette loro di mappare la nostra casa e guidarsi facilmente, e alcuni, come il Roborock S5 Max, hanno persino un sistema di mop bagnato che permette loro di strofinare e non solo aspirare le superfici, così come il rilevamento dei tappeti e l’autogestione dei carichi e della potenza di aspirazione.

Una lunga strada iniziata nel 1996, che ha trasformato gli aspirapolveri robot negli elettrodomestici del momento, i più ricercati e quelli che ci aiutano di più eliminando il compito di pulizia quotidiana.

Non è sempre stato così, però, e la storia dell’aspirapolvere robot risale a molto tempo fa, a quando non ci si poteva fidare della possibilità di lasciarli lavorare da soli in casa, perché potevano capitare disgrazie con ostacoli ostinati come vasi di fiori o scale. Fortunatamente, tutto ciò è passato e oggi è dato per scontato grazie all’evoluzione fulminea dell’elettronica, della connettività e dell’IA, ma è bene ricordarlo ogni tanto.

Il primo robot aspirapolvere risale al 1996 e fu un completo fallimento da parte della multinazionale svedese Electrolux, oggi proprietaria di marchi importanti del settore come AEG e Zanussi.

In realtà, non è stata nemmeno Electrolux a inventare il dispositivo, dato che il primo aspirapolvere autonomo al mondo è stato frutto della mente di James Dizon, che ha venduto l’invenzione all’azienda nordica poco dopo averla creata, dato il potenziale del dispositivo.

Non era un dispositivo piccolo, né molto intelligente, ma l’Electrolux Trilobite era in grado di muoversi autonomamente toccando gli angoli che incontrava per cambiare direzione, e di aspirare tutto nel suo percorso senza bisogno dell’intervento umano. Ai suoi tempi, era un prodigio, probabilmente incompreso e arrivato troppo presto.
Il Dyson DC06 prese il sopravvento, ma era così costoso che non fu mai venduto.

La britannica Dyson è stata la prossima a provare, naturalmente, ma il suo Dyson DC06 era un dispositivo completamente diverso, molto industriale e muscoloso in linea con lo stile eccentrico del marchio. Potenza in abbondanza e autonomia per l’aspirazione.

Certo, all’epoca, nel 2001, gli aspirapolvere robot sembravano ancora roba da fantascienza, e questo dispositivo ha solo aggiunto la sensazione con il suo aspetto futuristico e audace.

In ogni caso, Dyson non ha mai venduto il DC06 perché era troppo costoso, e le loro ricerche di mercato indicavano che non avrebbe trovato posto nei negozi. 

Gli aspirapolvere robot stavano per prendere la strada del successo grazie a iRobot, un’azienda americana che nel 2002 stupì il mondo presentando il primo modello dei suoi ormai popolari robot Roomba, un successo di vendite dal primo giorno.

Il movimento non è passato inosservato, né il potenziale di un elettrodomestico pronto a entrare in ogni casa come un frigorifero o una lavatrice, quindi era logico che in questi primi tempi altre aziende come Neato Robotics si specializzassero in aspirapolvere intelligenti.

In questi primi passi è vero che i dispositivi erano in grado di aspirare autonomamente e di trovare la loro base di ricarica per prossimità, ma è anche vero che non avevano alcun sistema di navigazione quindi non mappavano l’ambiente e urtavano tutto, cambiando direzione in modo casuale in base ai modelli e aspirando tutto in modo un po’ erratico, lasciando a volte dei vuoti senza pulizia.

È stato Neato a introdurre i primi modelli con navigazione laser, e più tardi il robot Dyson 360 Eye che ha debuttato una telecamera a 360 gradi montata sulla parte superiore per migliorare il rilevamento degli ostacoli, e da qui l’intelligenza artificiale e la piena connettività hanno cambiato tutto.

Oggi abbiamo decine di opzioni sul mercato, e aziende cinesi come Roborock hanno democratizzato i migliori sistemi di navigazione laser insieme alla connettività e al supporto per soluzioni domotiche come Xiaomi Home e Google Home, così possiamo controllare i loro robot anche a voce e vedere cosa stanno facendo in qualsiasi momento senza dover prestare attenzione a loro o essere in casa.

Non c’è dubbio che la pulizia quotidiana è una seccatura, e dover fare in modo che il robot non prenda le tue piante o i tuoi mobili è una seccatura, quindi era chiaro che il miglioramento tecnologico e i prezzi più popolari stavano per rendere gli aspirapolvere robot i dispositivi più ricercati per la casa oggi.

Robot aspirapolvere lavapavimenti

Roborock S5 Max, che ha già iniziato il suo periodo di prenotazione prima del suo lancio ufficiale, e che è già uno dei migliori robot aspirapolvere che si possono trovare sul mercato, grazie alle sue caratteristiche, versatilità e un prezzo che consideriamo giusto dato il mercato e le opzioni.

Infatti, il Roborock S5 Max non è solo in grado di aspirare, ma anche di lavare e strofinare, un perfetto robot lavapavimenti grazie a un dispositivo rimovibile che si trova nella parte inferiore con un serbatoio d’acqua controllato elettronicamente e un mop lavabile che può pulire con o senza acqua per prendersi cura delle superfici.

Non solo, ma il dispositivo ha una batteria ad alta capacità che gli permette di aspirare e pulire fino a 185 metri quadrati in una sola seduta, ed è in grado di mappare l’ambiente e gli ostacoli per migliorare il lavoro di pulizia senza danneggiare nulla nel suo percorso.

Può essere controllato dal telefono cellulare, anche programmando aree specifiche per la pulizia, e non dovrete prestargli attenzione perché è in grado di tornare alla sua base da solo, chiede il vostro aiuto tramite notifiche dello smartphone se ne ha bisogno, e ha una manutenzione semplice che la stessa app Xiaomi Home vi mostrerà passo dopo passo.

Le mappe degli spazi in casa

La maggior parte di questi dispositivi sono in grado di utilizzare i sensori per costruire una mappa dello spazio che devono pulire e, nel caso dei più sofisticati, di utilizzare telecamere che permettono loro di identificare vari ostacoli. Queste mappe possono essere consultate dagli utenti dai loro telefoni cellulari utilizzando l’applicazione corrispondente.L’incorporazione di robot semi-autonomi nel nostro ambiente domestico comporta un livello molto avanzato di acquisizione di dati: mappe della nostra casa, immagini, registrazioni di temperatura e umidità, registrazioni orarie, ecc.

1. Robot aspirapolvere con la spazzola

I modelli più comuni che si possono trovare sul mercato sono robot aspirapolvere con una spazzola. Sono costituiti da una spazzola laterale, o due in alcuni casi, e da una grande spazzola a rullo centrale situata alla base, che è responsabile di ”raschiare” lo sporco dalla superficie.

Se vuoi un robot aspirapolvere per la pulizia profonda, questo è il più raccomandato, poiché ha il miglior trattamento dello sporco ed è anche il più adatto per la pulizia di tappeti e moquette.

Come abbiamo detto, questi sono i più comuni e ciò che è importante in questo tipo di robot non è che abbia due spazzole laterali, ma che quella centrale abbia le lame disposte in modo ottimale per ”raschiare” lo sporco.

Sono i robot più efficaci contro lo sporco incrostato, ma attenzione, se avete animali… i peli si accumulano sui rulli e dovrete fare la manutenzione.

2. Robot aspirapolvere senza spazzola

Abbiamo già detto che i robot aspirapolvere a spazzola centrale sono i più comuni, ma c’è un tipo di robot che è più simile a un aspirapolvere autonomo. Hanno una o due spazzole laterali (quelle con due sono più comuni) e una specie di paletta centrale che aspira lo sporco.

Questo tipo è il più usato per raccogliere la polvere e, soprattutto, i peli degli animali domestici, poiché la manutenzione è molto più facile che con il precedente tipo di robot. Tuttavia, hanno lo svantaggio di non essere così efficaci nel rimuovere lo sporco incorporato.

Scelta del robot aspirapolvere in base al modo di pulire

Robot scrubber: molti dei nuovi robot aspirapolvere cominciano a incorporare una funzione di scrubber. Una caratteristica che viene applicata grazie alla richiesta della gente.
Robot mop: non aspirano lo sporco, semplicemente lo trascinano via e raccolgono lo sporco che può rimanere attaccato al tessuto del mop stesso.
Solo robot aspirapolvere: i tipici robot che aspirano lo sporco. Programmabile o no.
Robot ibrido: Questi sono i robot più avanzati, che possono avere due o più delle funzioni di cui sopra e possono essere utilizzati in modo intercambiabile.

Come scegliere il miglior robot aspirapolvere

Una volta analizzati i diversi tipi che esistono. Ora possiamo guardare le caratteristiche per scegliere quale è il più adatto a noi. Tra i più interessanti da guardare quando si sceglie un robot aspirapolvere ci sono i seguenti.

Il sistema di navigazione e di mappatura.

I robot con mappatura sono sempre più richiesti, poiché questa caratteristica è di grande aiuto per garantire che il dispositivo pulisca a fondo. Quasi tutti i robot sono in grado di rilevare gli ostacoli ed evitarli, ma solo alcuni di loro imparano come hanno fatto e ricordano il luogo dove si trovavano gli ostacoli, in modo che il percorso di pulizia possa essere perfezionato. I modelli più economici o più vecchi usano schemi d’azione ripetitivi, passando per gli stessi luoghi, facendo lo stesso percorso. I robot più avanzati sono quelli che riconoscono e ricordano il luogo, disegnando diversi percorsi per perfezionare il loro lavoro e renderlo più efficiente.

Programmabile e wifi.

Quasi tutti i robot sono ormai programmabili. Hanno diversi livelli in modo che si accendano quando vogliamo. Per esempio, se vogliamo che pulisca quando non siamo in casa, in modo da non essere disturbati dal rumore. Ma la cosa più interessante di alcuni modelli è la connettività. Alcuni modelli hanno già il bluetooth o il wifi, in modo da poterli programmare o controllare dal nostro cellulare. La caratteristica più innovativa è il sistema di videosorveglianza che alcuni modelli hanno, come l’LG Hombot 12.

Questi sono fondamentalmente i tipi di robot aspirapolvere che esistono, ma poi ce ne sono altri con alcune caratteristiche extra. Come in tutta la tecnologia, a seconda della gamma del modello, ha più funzioni, ma qui possiamo parlare della funzione di mopping, pulizia del pavimento e autonomia.

Sì, ci sono robot che puliscono e altri che hanno un piccolo serbatoio d’acqua per pulire mentre vanno. Non sono i più efficaci del mondo, ma fanno qualcosa. Per quanto riguarda l’autonomia, ci sono robot ”muti”, che vagano senza meta, e robot ”intelligenti”, che seguono un sistema di navigazione autonomo.

Naturalmente, come abbiamo detto, se parliamo di tipi di robot aspirapolvere, abbiamo quelli con la spazzola centrale… e quelli con l’aspirapolvere stesso, e ognuno è efficace in un compito o nell’altro, con il più completo che è quello con la spazzola.

Motivi per cui dovresti acquistare un robot aspirapolvere

Nonostante i grandi progressi che questi dispositivi hanno subito negli ultimi anni, al momento non ce n’è uno che faccia tutto, anche se avete a vostra disposizione diversi modelli che possono essere di grande aiuto per mantenere la vostra casa pulita.

Tuttavia, proprio come con i robot da cucina, è necessario passare attraverso un processo di tre domande prima di acquistarne uno:

Ho bisogno di un robot aspirapolvere?
Quale modello è meglio per la mia casa?
Ho bisogno di uno completo?

La prima domanda per vedere se dovreste comprarne uno è la domanda chiave, poiché le altre due sono più una conseguenza logica della risposta affermativa alla prima. E, naturalmente, ci sono poche ragioni per non comprare un dispositivo del genere perché rendono la vita molto più facile, ma…. Ma quali sono le ragioni per cui dovreste comprarlo?

Dal nostro punto di vista, le ragioni principali per comprare un robot aspirapolvere sono le seguenti.

1. Robot Aspirapolvere per pulizia con Animali domestici

Secondo noi, la prima ragione per cui dovresti comprare un robot aspirapolvere è che tengono a bada i peli degli animali domestici. Al di là delle allergie, un animale ha bisogno di alcune cure, e la verità è che la pulizia, sia dell’animale che della casa, è una di queste.

Non prendiamoci in giro, un coniglio, un cane o un gatto lascia molto, molto pelo, e non parliamo nemmeno di quando il freddo e il caldo si avvicinano, quando iniziano a fare la muta.

Questo è uno dei motivi principali per averlo in casa, dato che ci sono modelli i cui aspirapolvere ci permettono di collegare il robot e farlo camminare per casa ogni giorno a pulire quei capelli.

2. Robot Aspirapolvere per pulizia con Bambini

Stiamo parlando di animali, ma anche i bambini, specialmente i neonati, fanno i loro pasticci. Quando iniziano a gattonare, possono lasciare bava o trascinare pelucchi, e non è solo necessario “raccogliere” ciò che il bambino macchia (entro i limiti, naturalmente), ma anche mantenere il pavimento pulito come un fischio.

Non prendiamoci in giro, un robot aspirapolvere non pulisce così a fondo come la pulizia a mano, ma è molto utile per, su base giornaliera, mantenere il pavimento il più pulito possibile in modo che i pelucchi che i piccoli possono trovare. Beh, non esistono.

3. Robot Aspirapolvere se non avete molto tempo

Un’altra buona ragione per avere un robot per aspirare la casa è se passi molto tempo fuori casa, e qui devi vedere di quali funzioni hai bisogno. La maggior parte dei robot può essere programmata a ore, ma ce ne sono alcuni che possono essere controllati dal telefono cellulare quando si è lontani.

In questo senso, dovete considerare se avete bisogno di questa funzione di programmazione dal vostro telefono cellulare o no. Tutto dipende dal budget, ma è un grande vantaggio che pulisce quando siamo fuori casa, perché fa un rumore simile a quello di un asciugacapelli… e se siamo a casa, è meglio stare tranquilli piuttosto che ascoltare quel rumore, che non è molto forte, ma è ”stancante”.

4. Robot Aspirapolvere per allergia agli acari della polvere

Nelle case si accumula molta polvere, e un robot che aspira vi toglie molti problemi in questo senso, perché? Perché gli aspirapolvere (non solo quelli che ”spazzolano” il pavimento con la spazzola) sono molto efficaci in questo compito.

Negli ambienti più secchi c’è molta polvere e se sei allergico agli acari della polvere, uno di questi piccoli apparecchi è essenziale. E un altro consiglio, se si aggiunge un umidificatore, le cose migliorano molto.

5. Robot Aspirapolvere per la pulizia di tappeti/moquette

In relazione a quanto sopra, se avete tappeti o moquette a pelo lungo, soprattutto, è essenziale. Accumulano molta polvere e, anche se non tutti i robot sono compatibili con i tappeti (sono compatibili con i tappeti, ovviamente), quelli che lo sono? sono ideali per pulire la polvere che si accumula.

6. Robot Aspirapolvere se avete mobili molto pesanti o bassi

Pulire sotto i mobili è un vero dolore, quindi se avete una chaise longue, molti mobili pesanti e bassi che sono troppo pesanti da aspirare/spazzolare (perché sono molto barocchi o in legno massiccio), è essenziale.

E, stando attenti alle dimensioni del robot, questi dispositivi sono molto interessanti affinché il robot possa entrare in queste fessure e pulire il più possibile. Questa è una cosa che si fa sia per la pulizia generale… sia perché la polvere non si accumuli in queste zone (polvere che un piccolo animale domestico o un bambino, ancora una volta, possono portare).

7. Robot Aspirapolvere per chi ha disabilità

E un’altra ragione importante per comprare uno di questi dispositivi è… come regalo per una persona con mobilità ridotta. È chiaro che gli anziani non sono al meglio quando si tratta di stare in piedi o piegarsi per lunghi periodi di tempo, sforzando la schiena per pulire il pavimento.

Oltre agli anziani, gli aspirapolvere robot sono adatti anche per le persone con lesioni temporanee o permanenti, ma anche per le persone con diversità funzionale che sono fisicamente incapaci di eseguire diversi movimenti.
Quali caratteristiche dovresti cercare quando scegli un aspirapolvere robot?

Abbiamo già visto che ci sono due tipi principali, se possiamo definirli tali, di robot aspirapolvere, ma oltre a decidere se ciò di cui abbiamo bisogno è uno con una spazzola o uno che aspira, dobbiamo prendere in considerazione diversi parametri.

Bisogna tener conto delle diverse caratteristiche, poiché questo può influenzare sia la frequenza di pulizia che la profondità a cui si pulisce e, soprattutto, il comfort per l’utente.

Parametri da prendere in considerazione

1. Rullo e spazzole

Se si sceglie un robot aspirapolvere nel senso stretto della parola, basta guardare le spazzole laterali. In questo caso, opterei per uno con due spazzole, una per lato, per spingere lo sporco nell’ugello del robot.

Se scegliete un modello con un rullo centrale, dovete tenere presente che ci sono diverse spazzole e, a seconda della forma, ce ne sono alcune che hanno più probabilità di impigliarsi nei peli degli animali e anche più o meno efficaci su tappeti e moquette.

2. Potenza

Un altro fattore da prendere in considerazione è la potenza. La potenza si misura in pascal e i più potenti (stiamo parlando di 1.800 Pa) sono quelli che, in teoria, puliscono meglio.

Tuttavia, non si tratta solo di potere. Questa potenza è utile per i capelli, la pulizia di tappeti, moquette e polvere in generale, ma alcune aspirapolveri meno potenti sono più ”efficienti” quando si tratta di pulire a causa della disposizione delle spazzole.

È importante tener conto che si tratta di spazzole che ”raschiano” bene lo sporco e che questo si combina con una potenza corrispondente per avere il miglior rendimento possibile.

3. Durata della batteria

Come per qualsiasi dispositivo, nel caso degli aspirapolvere robot, più la batteria dura, meglio è. Al 100% della batteria, quasi tutti i modelli sul mercato possono durare circa un’ora e mezza prima di tornare alla carica di base.

Più efficiente è la batteria, meglio è, ma non si tratta solo di capacità della batteria, ma di quanto è autosufficiente la batteria.

4. …e se è “autonomo”.

Questa è una delle caratteristiche più importanti. Se compriamo uno di questi dispositivi, vogliamo che sia il più autonomo possibile, e questo significa che dobbiamo preoccuparci il meno possibile del robot, fare solo la manutenzione… e poco altro.

Dovremo fare questa manutenzione (cambiare il serbatoio, a meno che non sia il nuovo Roomba, e pulire i peli incastrati nelle spazzole), ma dovremmo fare in modo che torni alla base di ricarica solo quando la batteria sta per finire e, soprattutto, assicurarci che sia intelligente.

Cioè, se noi premiamo il pulsante e lui pulisce, ma senza una ragione o un ritmo calcolato, o se segue un percorso stabilito da noi o rileva lo sporco. Quest’ultimo caso è il più desiderabile, poiché sono gli aspirapolvere robot più efficienti.

5. Riconoscimento degli ostacoli e sensori anti-caduta

La prima funzione ovvia è che il robot sia in grado di riconoscere gli ostacoli… ed evitarli. Ci sono diversi metodi che definiscono la qualità del robot (e anche il suo prezzo).

I più economici usano sensori ottici (che ci sia o no luce davanti a loro) e in pratica rilevano quasi sempre l’ostacolo quando si sono già scontrati con esso. Di solito usano algoritmi di movimento casuale, girando a certi gradi quando incontrano un ostacolo. Anche se la pulizia è piuttosto caotica, sono abbastanza efficienti, ma tendono a richiedere più tempo e possono lasciare alcune aree non pulite.

I robot più avanzati mappano la casa usando telecamere, laser (i più precisi) o giroscopi.

Usano algoritmi avanzati che puliscono seguendo la mappa di ogni stanza, compresi gli ostacoli, quindi sono più veloci (perché non ripetono aree) e non lasciano un centimetro non pulito. Logicamente, sono anche più costosi.

Cercate di trovare dei video del modello che vi interessa per vedere come si comporta durante la pulizia prima di acquistare.

Controllate anche se ha dei sensori anticaduta. Si tratta di sensori speciali che rilevano le scale in discesa. Sono essenziali se si vive su più di un piano.

6. Capacità del serbatoio

La capacità del serbatoio è uno dei fattori chiave nella scelta di un robot aspirapolvere, poiché dipende molto dal fatto che tu abbia animali domestici… o meno. Per esempio, se non avete animali domestici e vivete in un appartamento, una capacità di circa 0,3 litri può essere sufficiente.

È piccolo, sì, ma può essere sufficiente. Un’altra cosa è se abbiamo animali domestici o viviamo in una casa più grande. In questo caso, 0,5 litri dovrebbe essere il minimo, perché se avete animali domestici, perdono molti capelli, quindi la capacità del serbatoio del robot deve essere alta.

7. Filtro HEPA

Una cosa a cui prestare attenzione è il tipo di filtro. Il più comune è che abbia un filtro HEPA, e dobbiamo prestare attenzione, poiché è quello che trattiene meglio la polvere e, inoltre, il migliore per chi soffre di allergie, poiché cattura le particelle microscopiche di polvere che possono causare allergie.

8. Accessori

Il più economico non è sempre l’opzione migliore. Al momento dell’acquisto, controlla se ci sono pezzi di ricambio o accessori, e quali accessori sono inclusi.

Più accessori sono in vendita, più pezzi di ricambio avremo in caso di rottura di qualcosa. I più elementari sono i filtri e le spazzole, ma se ci sono anche muri virtuali… tanto meglio per delimitare dove il robot aspirapolvere può e non può passare.

9. È troppo alto?

Le dimensioni di solito non vengono prese in considerazione, ma è un’altra delle caratteristiche da guardare prima dell’acquisto. Non ti piace chinarti per pulire sotto il divano o un tavolo basso? Se il robot è dell’altezza giusta, possiamo farlo passare sotto quei mobili.

Si tratta semplicemente di guardare gli spazi in cui vogliamo che passi e scegliere il robot che si adatta a quell’altezza minima.

10. Mappa della casa

Anche se non è una funzione essenziale, i robot più avanzati sono in grado di mappare la casa. Questo permette loro di localizzare oggetti permanenti (come armadi o tavoli) e di aggirarli più rapidamente.

È anche molto utile per definire rapidamente le stanze o anche le aree all’interno di una stanza che non volete che pulisca dal vostro cellulare. Per esempio, la stanza dei bambini o la ciotola del cibo del cane (perché contiene piccoli oggetti che possono intasare il robot).

11. Aree proibite

Non tutti i robot sono in grado di evitare aree della casa. I robot più semplici non hanno questa opzione. Altri ci costringono a mappare manualmente ogni stanza e delimitare nell’app mobile l’area che non vogliamo pulire. I più avanzati creano da soli una mappa virtuale della casa, e tutto quello che devi fare è segnare le stanze toccandole con il dito per evitarle.

12. Superfici diverse

Non aspettatevi che il vostro robot aspirapolvere pulisca un cortile sporco, o che si muova sul prato come un gatto accovacciato. È progettato per pulire superfici lisce (pavimenti, parquet, piastrelle), compresi tappeti e moquette.

I più avanzati hanno sensori che rilevano il tipo di pavimento e cambiano la modalità di pulizia se rilevano un tappeto, per esempio.

13. Modalità animale domestico

Se avete animali domestici in casa, vorrete acquistare un robot che offra una modalità Pet e una modalità Quiet. Pet Mode è specializzato nell’estrarre i peli dal tappeto e nel pulire più a fondo.

La modalità silenziosa è utile per evitare di turbare il tuo cane o gatto se si innervosisce per il motore e i rumori dell’aspirapolvere.

14. Purificante e antiallergico

Uno dei vantaggi degli aspirapolvere robot è che quasi tutti hanno filtri d’aria. Quindi, oltre a pulire, purificano l’ambiente. Questo è molto utile se ci sono dei soggetti allergici in casa.

15. Fa anche lo scrub?

È sempre più comune che i robot aspirapolvere puliscano anche i pavimenti. Hanno un piccolo serbatoio d’acqua, e di solito si deve installare un accessorio che funge da mocio. Sono più costosi perché richiedono un cambiamento nel design, ma sono anche più utili.

16. Prezzo

E, naturalmente, l’ultima cosa da considerare prima di comprare qualcosa è il prezzo. Il più costoso non è sempre il migliore, e in questo caso particolare dobbiamo chiederci se questo prezzo extra è meglio per noi.

In altre parole, se ci sono funzioni che non useremo, per qualsiasi motivo, non ha senso spendere altri soldi.

Qual è il miglior aspirapolvere robot che si possa comprare?

Fino a poco tempo fa, il prezzo elevato di questi dispositivi era un impedimento a portarli a casa. Ma l’arrivo di diversi modelli cinesi economici e di qualità significa che si può godere dei benefici dei robot pulitori anche per meno di 100 euro.

Non è facile scegliere, perché sono elettrodomestici relativamente nuovi, e molte persone non li hanno mai usati prima. Ecco perché offriremo alcuni consigli per l’acquisto, e poi vedremo qual è il migliore, in ogni fascia di prezzo.

Sono finiti i tempi in cui questo tipo di prodotto era diviso in Roomba, e il resto… Ora ci sono molte marche di qualità e la concorrenza ha abbassato i prezzi.

Non è facile scegliere, ma con il nostro confronto di caratteristiche puoi scoprire di cosa hai bisogno (ogni casa è diversa), e trovare il robot di pulizia che meglio si adatta alle tue esigenze.

I migliori robot di pulizia sul mercato

Ora che conosciamo le basi, diamo un’occhiata a quale robot è il migliore che si possa comprare, in tutte le fasce di prezzo.

Robot sotto i 200 euro

Questi sono i più convenienti, e anche se non hanno le caratteristiche avanzate della fascia alta, non sono così autonomi, lavorano più lentamente e sono più rumorosi, fanno il lavoro, che è ciò che conta alla fine…

Le migliori marche di aspirapolveri sul mercato come DysonElectroluxBoschRowenta Karcher e molte altre tecnologiche come Roomba.

Ultimo aggiornamento 2022-09-30 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Ultimo aggiornamento 2022-12-03 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API