Trattamento naturale per l’iperpigmentazione della pelle del viso

Se state cercando un trattamento naturale per l’iperpigmentazione della pelle del viso, siete nel posto giusto. In questo articolo parleremo delle cause di questa condizione della pelle e dei vari trattamenti disponibili. Inoltre, esamineremo i retinoidi, che possono aiutarvi a combattere il problema.

Opzioni di trattamento per l’iperpigmentazione della pelle del viso
Esistono diverse opzioni di trattamento per l’iperpigmentazione della pelle del viso. Queste includono l’uso di retinoidi da banco o su prescrizione per attenuare la colorazione. Questi farmaci, che sono derivati della vitamina A, possono penetrare in profondità nella pelle. Tuttavia, è necessario consultare il medico prima di utilizzare uno di questi farmaci.

Le opzioni di trattamento per l’iperpigmentazione della pelle del viso variano a seconda della causa del problema. Alcune persone possono utilizzare creme topiche da banco per trattare l’iperpigmentazione, mentre altre possono richiedere un trattamento medico. Nei casi più gravi, i pazienti devono consultare un dermatologo. In alcuni casi può essere necessario un intervento chirurgico.

Le opzioni di trattamento per l’iperpigmentazione della pelle del viso possono includere anche l’uso di peeling chimici. Questi sono più aggressivi delle soluzioni topiche e contengono una maggiore concentrazione di acido. Di solito vengono somministrati da un dermatologo e devono essere utilizzati dopo aver discusso con lui i problemi della pelle. I rischi dei peeling chimici includono cicatrici e ustioni. È inoltre importante consultare un dermatologo se si ha la pelle sensibile.

Un altro metodo per l’iperpigmentazione della pelle del viso è l’uso di una crema schiarente. L’ingrediente lenticchie rosse è un ottimo agente sbiancante e ha un alto contenuto di antiossidanti. La pasta di lenticchie rosse deve essere applicata sulla zona interessata per almeno 20 minuti. Durante l’applicazione della crema, è necessario assicurarsi di non strofinare la zona interessata.

Le cause
Le cause dell’iperpigmentazione della pelle del viso variano da individuo a individuo. Alcune cause sono benigne, mentre altre sono dolorose e irritanti. Alcune sono il risultato dell’esposizione al sole o di lesioni alla pelle. Queste ultime possono causare un’infiammazione che manda in tilt le cellule della pelle che producono pigmenti. Queste cellule possono lasciare una macchia scura una volta che la pelle è guarita.

L’iperpigmentazione del viso è spesso il risultato di un disturbo infiammatorio che fa apparire la pelle più scura del normale. Condizioni infiammatorie della pelle come eczema, gravidanza o lupus sono cause comuni. La pelle infiammata è più incline a sviluppare questa condizione rispetto alla pelle più chiara. Anche i cambiamenti ormonali possono provocare la comparsa di chiazze di pelle più scura. Durante la gravidanza, le donne sono più soggette a sviluppare il melasma. Anche l’esposizione al sole e alcuni farmaci possono essere fattori scatenanti. Un dermatologo può determinare la causa di fondo dell’iperpigmentazione e consigliare un piano di trattamento personalizzato per ogni individuo.

Sebbene esistano numerose altre cause di iperpigmentazione della pelle del viso, il sole è la più comune. In effetti, il melasma viene spesso definito “maschera della gravidanza”. Anche se può colpire gli uomini, è più comune nelle donne. Si ritiene che il melasma sia causato da una combinazione di genetica ed eccessiva esposizione alla luce solare. Anche gli agenti inquinanti presenti nell’aria sono una causa potenziale.

Opzioni di trattamento
Se avete notato delle macchie di decolorazione sul viso, sono disponibili molte opzioni di trattamento. Esiste una serie di prodotti che si possono usare a casa, oltre a procedure professionali disponibili presso i dermatologi. La migliore opzione di trattamento per l’iperpigmentazione del viso sarà probabilmente una combinazione di trattamenti.

Alcune persone utilizzano i retinoidi come trattamento per l’iperpigmentazione della pelle del viso. Questi prodotti contengono un composto che imita gli effetti della vitamina A, ma possono causare secchezza e desquamazione in alcune persone. Possono essere utilizzati solo sotto consiglio di un medico o di un dermatologo.

Esistono anche creme schiarenti da banco. Queste creme possono contenere una serie di ingredienti che aiutano a ridurre la pigmentazione del viso. Questi ingredienti includono arbutina, vitamina C, vitamina B-3, idrochinone, corticosteroidi e soia. Applicate regolarmente, queste creme possono contribuire a schiarire le discromie nel tempo.

Sebbene la maggior parte dei casi di iperpigmentazione della pelle del viso sia benigna, anche le malattie maligne possono causare questa condizione. Soprattutto tra i pazienti con colorito della pelle, è importante sottoporsi a uno screening appropriato per il cancro. Diverse malattie autoimmuni, così come le malattie infettive, possono portare alla formazione di pelle iperpigmentata.

Retinoidi
Se soffrite di iperpigmentazione della pelle del viso, potreste prendere in considerazione i retinoidi. Questo tipo di farmaci agisce sulla produzione di collagene ed elastina. Possono aiutare la pelle a riprendersi dall’iperpigmentazione e a migliorare la chiarezza e la luminosità della pelle. I retinoidi sono facili da usare e possono essere integrati nella routine quotidiana di cura della pelle.

Per ottenere il massimo dal trattamento con retinoidi, è necessario trovarne uno efficace per il proprio tipo di pelle e per il tipo di iperpigmentazione. Molti medici consigliano i prodotti a base di retinolo, ma esistono diversi altri retinoidi che possono essere più efficaci per il vostro specifico tipo di pelle. Se siete interessati al retinolo per la pelle del viso, dovete prima consultare un dermatologo. Il medico sarà in grado di prescrivere il prodotto migliore per il vostro tipo di pelle.

I retinoidi derivano dalla vitamina A e sono antiossidanti che aiutano a migliorare le condizioni della pelle. Inoltre, favoriscono il ricambio delle cellule della pelle. A seconda della potenza del trattamento, i retinoli possono essere un’opzione efficace per trattare l’iperpigmentazione della pelle del viso.

Idrochinone
L’idrochinone è un farmaco topico che schiarisce e uniforma la pigmentazione del viso e del corpo. È efficace contro l’iperpigmentazione su qualsiasi tipo di pelle e può essere usato due volte al giorno o una volta alla settimana. Per ottenere risultati ottimali, si consiglia di utilizzare il trattamento per un massimo di tre mesi alla volta.

Sebbene questo trattamento sia ampiamente disponibile, l’idrochinone non è sicuro per tutti i pazienti. Il farmaco è un potente retinoide, il che significa che può causare effetti collaterali. A dosi elevate, questo farmaco può causare irritazioni cutanee e persino il cancro della pelle. Per ottenere risultati ottimali, è necessario utilizzare l’idrochinone solo su una piccola porzione di pelle.

L’idrochinone può causare sensibilità al sole, quindi è necessario indossare una protezione solare extra. Inoltre, è necessario evitare un’eccessiva esposizione al sole, ad esempio utilizzando cappelli a tesa larga. L’uso di un cappello è importante, ma occorre anche indossare indumenti protettivi.

Se si sceglie di utilizzare l’idrochinone, assicurarsi di seguire le istruzioni del produttore. È necessario attendere dieci minuti dopo l’uso dell’idrochinone prima di applicare la protezione solare o altri cosmetici. In caso di arrossamento o irritazione eccessivi, interrompere il trattamento.

Laser AlexTrivantage di Candela
Il laser AlexTriVantage di Candela per l’iperpigmentazione della pelle del viso utilizza un laser Q-switched per trattare le aree pigmentate del viso. Questo trattamento è sicuro ed efficace e il laser è in grado di ridurre il colore delle lesioni iperpigmentate. La procedura riduce anche l’eritema e l’edema.

Alex TriVantage offre un sistema di trattamento completo per l’iperpigmentazione cutanea, compresa la rimozione dei tatuaggi. È efficace nel trattamento della pigmentazione cutanea di diversi colori, tra cui rosso, verde e marrone. Il laser è sicuro per tutti i tipi di pelle e rimuove delicatamente il pigmento epidermico. Il laser funziona con tre lunghezze d’onda: alessandrite da 755 nm, YAG a doppia frequenza da 532 nm e Nd:YAG da 860 nm. Queste lunghezze d’onda forniscono risultati ottimali nella rimozione del pigmento epidermico.

Il laser Alex TriVantage è stato progettato per ridurre al minimo il disagio e gli effetti negativi associati alla rimozione dei tatuaggi. Il laser utilizza brevi raffiche di energia che rompono le particelle di inchiostro. Questo disperde le particelle di pigmento in modo che il naturale processo di disintossicazione del corpo possa rimuoverle. A seconda dell’area e della gamma di colori, possono essere necessarie diverse sedute per rimuovere completamente il pigmento.

I pazienti noteranno un periodo iniziale di oscurità dopo il trattamento laser, ma il trattamento schiarirà la pelle nel corso di diverse settimane. Dopo il trattamento, la pelle può essere rossa o rosa per alcuni giorni o settimane, ma questi effetti collaterali sono rari.